RIPARTONO GLI INCONTRI HELVETIA SULLA PREVIDENZA

Previdenza complementare - Educazione Imc

Previdenza complementare - Educazione ImcRipartono gli incontri di formazione e informazione sulla previdenza obbligatoria e complementare, tenuti da Helvetia, presso gli istituti scolastici. Questo nuovo blocco di appuntamenti, ha visto coinvolti:

L’Università degli Studi di Milano Bicocca, grazie al contributo della Dottoressa Fiori – Docente Dipartimento di Statistica e Metodi Quantitativi

L’Istituto Tecnico Superiore Nicola Pellati di Nizza Monferrato (Asti), grazie al supporto del Banco di Desio di Asti e al contributo delle Professoresse Ruggero e Balza

Gli incontri – si legge in una nota della compagnia – hanno come finalità “educare” i giovani studenti di oggi e futuri lavoratori di domani, su una tematica più che mai attuale; un percorso che parte dalle origini della previdenza obbligatoria, si sviluppa analizzando le ultime riforme previdenziali e si conclude con la presentazione della previdenza complementare. Helvetia ritiene infatti “indispensabile questo investimento in alfabetizzazione previdenziale”.

Ad oggi, gli incontri realizzati hanno consentito alla compagnia di parlare con più di quattrocento studenti, “i quali hanno dimostrato di avere una grande curiosità ed interesse nel conoscere le cause dell’ attuale crisi del sistema di welfare e soprattutto le future prospettive”. Gli studenti vengono coinvolti – prosegue la nota – “non solo come uditori ma anche come parte attiva, attraverso la somministrazione di un questionario che la compagnia ha realizzato con l’obiettivo di misurare quanto, a livello generale, sia conosciuto il sistema previdenziale nel nostro paese”.

I risultati emersi dai questionari, sono decisamente buoni – dichiara Cristiano Fiumara, Responsabile Ufficio Sviluppo Previdenziale Helvetia – i ragazzi sembrano conoscere la tematica della previdenza più di quanto ci si possa aspettare, probabilmente anche grazie alle esperienze dirette vissute a livello familiare. L’aspettativa pensionistica risulta però essere sovrastimata; infatti, dai questionari compilati da molti studenti, emerge un’aspettativa di Previdenza Pubblica superiore all’80% che corrisponde a quanto garantito sino ad oggi dal metodo di calcolo retributivo. – continua Fiumara – Inoltre, per agevolare il percorso educativo previdenziale, abbiamo realizzato uno strumento di comunicazione innovativo, che coniuga immagini animate con modalità a “fumetto” con una guida vocale di supporto. Questo approccio ha reso l’informativa di contenuto tecnico molto più immediata e semplice da comprendere. Il risultato che ne scaturisce è un breve video, con forte impatto emozionale, che aiuta a riflettere e a sviluppare consapevolezza sul tema della Previdenza. Nel video infatti, viene rappresentata la vita di due persone, mettendo in evidenza come una sia stata attenta ed oculata nel pensare da subito al proprio futuro, riuscendo ad ottenere oltre ai vantaggi fiscali di legge anche la serenità necessaria per affrontare il proprio domani; l’altra invece, preferendo uno stile di vita ”alla giornata” non ha pensato al proprio futuro pertanto, si vede costretta a fare qualche rinuncia. Una metodologia di informazione che a nostro avviso, può aiutare maggiormente tutti coloro che vogliono affrontare questa tematica, scegliendo di farlo attraverso una lingua universalmente chiara e comprensibile”.

Il video del percorso educativo previdenziale è visibile anche sul sito della Compagnia.

Intermedia Channel

Related posts

Top