Rischi cyber, le coperture sul mercato

Cyber Risk - Rischi informatici (2) Imc

Cyber Risk - Rischi informatici (2) Imc

(di Tancredi Cerne – ItaliaOggi Sette)

Quali sono, dunque, i principali prodotti assicurativi presenti oggi sul mercato italiano capaci di fare da scudo contro i rischi dei cyber attacchi? Allianz Global Corporate & Speciality ha messo a punto una soluzione assicurativa denominata Cyber Protect che copre le spese generate dalle misure rese necessarie per rispondere al verificarsi di attacchi alla rete informatica dell’azienda a fine doloso e al conseguente ripristino dei dati danneggiati o distrutti. Non solo. La polizza protegge anche dalle perdite di introiti derivanti da malfunzionamenti legati a un cyber attacco e copre la responsabilità civile dell’azienda assicurata nei confronti dei propri clienti in seguito ad attacchi di hacker. Sono inoltre coperte la violazione di dati e la pirateria informatica. La polizza assicurativa si fa carico, infine, degli oneri legati alla comunicazione di crisi destinata a tutelare la reputazione dell’azienda in questione.

Caratteristiche simili al prodotto lanciato nel 2013 dal broker italiano Mag-Jlt, in collaborazione con Beazley, compagnia assicurativa del gruppo Lloyd’s di Londra e DFLabs. Si tratta di una polizza contro gli hacker in grado di tutelare le aziende nei casi di Data Breach (violazione di dati personali) e in quelli di Cyber Security Incidents (attacchi informatici), offrendo una copertura assicurativa dei danni arrecati da un’eventuale violazione, e garantendo l’assistenza necessaria per fronteggiare l’emergenza post-attacco informatico.

Prodotto simile anche in casa AXA Winterthur che nel mese di aprile ha lanciato la cyber-assicurazione dedicata alle pmi. «Le piccole imprese sono un bersaglio appetibile per i cybercriminali. E se l’IT di un’azienda presenta delle lacune, questo può avere gravi conseguenze non solo per l’impresa stessa, ma anche per i suoi clienti», hanno spiegato da Axa. «I dati possono essere resi inutilizzabili da una manipolazione o addirittura cancellati, le ordinazioni online possono andare perse, un malware può bloccare i sistemi. Nei casi più gravi c’è il rischio di una perdita di reddito diretta». In caso di sinistro, AXA Winterthur si fa carico delle spese di ripristino di sistemi operativi e programmi applicativi, ripristino di dati, indennizzo in caso di interruzione d’esercizio e richieste di risarcimento avanzate da terzi e difesa contro le pretese ingiustificate.

È targata invece Dual la polizza Cyber che protegge le imprese e i professionisti dalle responsabilità derivanti da violazione dei dispositivi di sicurezza e da violazione della privacy relativa alla perdita o diffusione non autorizzata di dati di terzi. La copertura include tutti i costi di notifica, pubbliche relazioni, investigazione e recupero dei dati, ma soprattutto protegge l’impresa rispetto alla perdita di profitti conseguenti all’interruzione di attività, compresi i casi in cui il sistema informatico sia gestito da un fornitore. Il costo della polizza varia in funzione del fatturato e del limite di indennizzo scelto dal cliente, compreso fra 50 mila euro e 5 milioni di euro.

Related posts

Top