RISULTATI POSITIVI PER REALE MUTUA E IL SUO GRUPPO DAL PRECONSUNTIVO 2012

La sede di Reale Mutua Imc

In un contesto economico generale di difficoltà, la Compagnia stima di chiudere il 2012 con un utile civilistico di oltre 148 milioni di euro e un utile consolidato di 61 milioni di euro, grazie al positivo andamento della redditività tecnica. Si rafforzano ancor più la solidità patrimoniale e l’indice di solvibilità. Raddoppiati per i Soci/Assicurati i Benefici di Mutualità, parte dei quali destinati alle popolazioni colpite dal terremoto del maggio scorso

L’Assemblea dei Delegati della Società Reale Mutua di Assicurazioni (nella foto, la sede) si è riunita lo scorso 1 dicembre per l’esame del preconsuntivo 2012 e l’approvazione del preventivo e dei Benefici di Mutualità per il 2013.

Per quanto riguarda Reale Mutua, informa un comunicato ufficiale della compagnia, nel 2012 la raccolta premi del lavoro diretto è prevista in crescita dell’1,6% e il combined ratio, al netto degli effetti del terremoto del maggio 2012, è stimata al 96,4%, in miglioramento di 2,1 punti percentuali, grazie sia al positivo andamento della redditività tecnica, riconducibile principalmente al comparto Auto, sia alla sostanziale costanza delle spese di gestione. L’indice di solvibilità, con un valore pari a circa il 460% di quello minimo richiesto dalla normativa (in aumento rispetto al 426% del 2011), si posiziona ancora ai vertici del settore, confermando l’elevata solidità patrimoniale della Società che permette di affrontare e superare le congiunture di mercato.

Il bilancio è previsto chiudere con un utile civilistico per circa 148 milioni di euro, di cui 70 milioni circa nella gestione Danni e 78 milioni circa nel comparto Vita. Per il 2013 è atteso un incremento della raccolta premi del lavoro diretto dello 0,6%, un combined ratio del 98,2%, un indice di solvibilità del 455% e un utile civilistico di oltre 42 milioni di euro.

Alla luce dei positivi risultati di bilancio attesi, l’Assemblea dei Delegati di Reale Mutua ha inoltre deliberato l’erogazione ai propri Soci/Assicurati di Benefici di Mutualità per il 2013 per un importo di 10,8 milioni di euro.

«In Reale Mutua non abbiamo azionisti cui distribuire gli utili sotto forma di dividendi, pertanto eroghiamo, coma da Statuto Sociale, ai nostri Soci/Assicurati una parte del “risparmio di esercizio” nella forma di miglioramenti delle prestazioni: i benefici di mutualità.» – Ha ricordato il Presidente Iti Mihalich a margine della riunione – «Essi, deliberati annualmente dall’Assemblea dei Delegati, si concretizzano in riduzioni del premio per le assicurazioni del comparto Danni e in una maggiorazione dei rendimenti dei capitali assicurati per le polizze dei rami Vita. Nell’ultimo decennio Reale Mutua ha distribuito quasi 74 milioni di euro di benefici di mutualità, per un totale di circa 970.000 contratti. Quest’anno, – ha aggiunto il Presidente – al termine di un esercizio particolarmente critico, oltre che per lo scenario economico, anche per altre emergenze, quali il terremoto di Emilia, Lombardia e Veneto, la Società ha deciso, grazie al progressivo risanamento della redditività tecnica, di erogare un importo di benefici di gran lunga superiore a quello degli esercizi passati: 10,8 milioni di euro a circa 85.000 Soci».

A complemento di ciò, il Direttore Generale Luigi Lana ha evidenziato ulteriori aspetti: «Per il prossimo esercizio Reale Mutua, in linea con le azioni di vicinanza al territorio, che da sempre la contraddistinguono, intende rafforzare ancor più il sostegno ai propri Soci/Assicurati, concedendo, in via straordinaria, benefici di mutualità a favore di chi è stato colpito nel 2012 dal terremoto in Emilia, Lombardia e Veneto, consistenti nel mantenimento a nostro carico, per il 2013, dell’intero premio imponibile di alcune categorie di polizze dei rami Danni; ciò denota un forte senso di solidarietà nei confronti di coloro che vivono una situazione di particolare disagio e si aggiunge a una serie di altre iniziative di responsabilità della Compagnia nei confronti dei terremotati, quali l’attivazione di liquidazioni il più celeri possibili nei giorni immediatamente seguenti il sisma. Anche la nostra controllata Italiana Assicurazioni, in linea con i principi di mutualità del Gruppo di appartenenza, sosterrà i propri Assicurati colpiti dall’evento tellurico del maggio scorso: oltre 1,1 milioni di euro sono stati, infatti, attribuiti dalla Compagnia ai propri clienti delle aree terremotate, per rinnovare gratuitamente nel 2013 (con la sola eccezione delle imposte di assicurazione) alcune polizze del comparto Danni. Inoltre, Reale Mutua ha destinato una parte dei benefici di mutualità alle polizze delle aziende, con ciò intendendo fornire un valido supporto economico alle imprese nazionali, categoria tra le più colpite dall’attuale crisi economica, con il fine di concorrere alla ripresa delle loro attività».

Continua poi Luigi Lana: «In un contesto in cui continua a regnare l’incertezza e l’instabilità dei mercati, il prossimo esercizio si presenta pieno di sfide: il nostro Gruppo è pronto a reagire con prontezza alle evoluzioni del settore, cercando, nel rispetto della tradizione, di anticipare le mosse dei nostri concorrenti, per approfittare appieno dei profondi cambiamenti in atto».

Intermedia Channel

Related posts

Top