SACE: AUMENTANO UTILE NETTO E PORTAFOGLIO OPERAZIONI

Il gruppo assicurativo finanziario ha chiuso il primo semestre registrando una crescita dell’utile netto del 7%. 

Il consiglio di amministrazione di Sace (nella foto la sede di Roma), presieduto da Giovanni Castellaneta, ha esaminato oggi i risultati semestrali al 30 giugno 2012, in linea con gli obiettivi del piano industriale.

In particolare, le nuove garanzie a sostegno di export, attività di internazionalizzazione e progetti in settori strategici per l’Italia sono state pari a 4,8 miliardi di euro (+45% rispetto allo stesso periodo del 2011), con premi lordi a 154 milioni di euro (-17%).

Gli oneri netti relativi ai sinistri sono stati pari a 57 milioni di euro, in aumento rispetto ai 24 milioni di euro registrati nei primi sei mesi dello scorso esercizio. L’utile lordo è cresciuto dell’1% a 186 milioni di euro, quello netto ha segnato un +7% (124,8 milioni di euro).

Il portafoglio di operazioni assicurate (impegni in essere) al 30 giugno 2012 sale a 34,4 miliardi, in aumento del 10% rispetto a un anno fa. Il settore prevalente rimane l’oil & gas, che rappresenta il 27% dell’esposizione, seguito dai settori infrastrutture e costruzioni (19%), metallurgico (10%) e chimico-petrolchimico (8%). La Russia si conferma il principale mercato estero di attività con un’esposizione di oltre 5,3 miliardi di euro (+4%). Il Qatar sale al secondo posto con 1,7 miliardi di euro (+39%), seguito da Arabia Saudita (1,6 miliardi), Turchia (1,5 miliardi) e Brasile (1,3 miliardi).

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top