SANZIONI: LE ORDINANZE EMESSE DALL’ISVAP NEL 2011

Sono aumentate del 7,8% rispetto al 2010.

Nell’ambito delle sanzioni amministrative pecuniarie, le ordinanze emesse dall’Isvap nel 2011 sono state pari a 5.378 (+7,8% rispetto al 2010). Di tali ordinanze, 4.867 (90,5%) sono costituite da ingiunzioni delle sanzioni (4.514 nel 2010) e 511 (9,5%) da archiviazioni del procedimento (475 nel 2010). Le ordinanze ingiuntive si riferiscono a 473 soggetti: 355 intermediari (75%), 113 compagnie (23,9%) e 5 altri soggetti (1,1%).

Per quanto riguarda gli importi delle sanzioni, le ordinanze ingiuntive ammontano complessivamente a 49,5 milioni di euro (43,3 milioni dell’anno 2010), con un incremento di 6,2 milioni di euro (14,3%).

L’importo di 49,5 milioni di euro è attribuibile per il 78,7% (39 milioni di euro) a imprese e per il residuo (10,5 milioni di euro) ad altri soggetti. Delle 4.867 ordinanze di ingiunzione emesse nel 2011, soltanto 39 (0,8%) hanno formato oggetto di ricorso al TAR del Lazio o di ricorso straordinario al Capo dello Stato da parte dei soggetti interessati (nel 2010 i ricorsi sono stati pari a 83, con un’incidenza rispetto alle sanzioni irrogate dell’1,8%).

Ecco la tipologia di illeciti amministrativi oggetto delle ordinanze di ingiunzione:

– Violazione delle disposizioni in materia di Rc auto: Sono state emesse 4.067 ordinanze per un importo di sanzione pari a 35,2 milioni di euro. Rispetto al 2010 si registra un incremento del 3,8% per numero e dell’1,4% per importo; rappresentano per numero l’83,6% del totale delle sanzioni irrogate dall’Autorità e per importo il 71,1%. Entrando più nel dettaglio, 3.397 provvedimenti ingiuntivi (riferiti a 44 imprese) hanno riguardato la violazione delle norme sui tempi di liquidazione dei sinistri e rappresentano per numero l’83,5% del totale del comparto Rc auto, per un importo di sanzioni pari a 24,3 milioni di euro (30,9 milioni di euro nel 2010); costituiscono il 69% dell’ammontare delle sanzioni irrogate nella materia Rc auto e il 49,1% del totale complessivo delle sanzioni comminate al mercato.

Le rimanenti ingiunzioni Rc auto (670 per 10,9 milioni di euro) sono relative a violazioni delle disposizioni concernenti il rilascio delle attestazioni sullo stato del rischio (421 per 2,6 milioni di euro), la banca dati sinistri (77 per 1,4 milioni di euro) e altri illeciti (172 per 6,8 milioni di euro) tra cui l’elusione dell’obbligo a contrarre che ha riguardato 6 imprese per un importo totale di 6 milioni di euro.

– Violazione delle disposizioni di natura diversa dalla materia Rc auto: Le ordinanze emesse sono complessivamente pari a 800 (16,4% del totale), a fronte dei 598 provvedimenti del 2010 (+202 pari al 33,8%), ammontano a 14,3 milioni di euro (28,9% del totale), contro gli 8,6 milioni del 2010 (+5,7 milioni pari al 66,2%).

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top