SAPORITO: «OK AL FONDO ISTITUZIONALE DEI GRUPPI AGENTI»

Il presidente dell’Associazione Agenti Unipol fa il punto sulla situazione attuale riguardo il Regolamento 49/2012 e sul rapporto fra le varie identità sindacali.

Francesco Saporito (nella foto), presidente dell’Associazione Agenti Unipol, in una comunicazione indirizzata agli iscritti del gruppo, ha analizzato la situazione attuale relativamente al Regolamento 49/2012. «Sul piano interno, grazie al lavoro delle segreterie regionali e dei delegati, abbiamo ricevuto ottimi riscontri sull’invio delle osservazioni all’Isvap; quindi il primo risultato di un pieno coinvolgimento dei colleghi per la fase di emergenza ritengo che sia stato raggiunto», ha affermato Saporito.

«Ora inizia la seconda fase, quella delle iniziative politiche, che apre un nuovo modo per rappresentare i bisogni e le aspettative degli intermediari nei confronti di tutte le istituzioni. Il primo passaggio sarà la costituzione del Fondo istituzionale di tutti i gruppi agenti per l’immediato avvio delle iniziative di sostegno alla figura professionale dell’agente di assicurazioni. Tale proposta, già condivisa con i gruppi agenti Aurora e Navale, ha raccolto apprezzamento e condivisione da molti gruppi presenti all’incontro del 23 luglio scorso (a Milano, ndr). Tra le prime iniziative che proporremo, dopo aver definito un regolamento attuativo, sarà quello incaricare uno staff di professionisti per supportare sul piano politico e mediatico le nostre proposte e le nostre idee».

Il presidente dell’Aau ha detto la sua anche sul quadro delle relazioni all’interno della rappresentanza degli agenti, che rimane «certamente complesso. Dopo un riavvicinamento delle due organizzazioni sindacali nazionali si sono evidenziate iniziative di aperta contrapposizione da parte del gruppo dei 12 presidenti e in ultimo anche da parte del gruppo che fa riferimento alla corrente Agenti al centro. Questo ovviamente crea disagio e preoccupazioni, soprattutto in queste occasioni dove è fortemente messa a rischio la stessa esistenza delle agenzie. Per parte nostra continueremo a incalzare lo Sna a lavorare insieme a Unapass e ai gruppi agenti ricercando tutti gli elementi che possano coagulare la più ampia unità degli intermediari».

Redazione – Intermedia Channel

 

Authors

Related posts

Top