Sara Assicurazioni, la partecipazione di ACI sale al 75%

Sara Assicurazioni HiRes (2)

Sara Assicurazioni HiRes (2)Il Consiglio Generale di ACI ha deliberato nella giornata di ieri l’operazione di incremento della propria partecipazione in Sara Assicurazioni, che sarà formalizzato nelle prossime settimane con i cedenti, “a conferma del persistente e proficuo sostegno dell’Ente al settore assicurativo, in particolare nell’ambito della mobilità sostenibile e della sicurezza stradale”.

L’operazione – si legge in una nota – prevede l’acquisizione di un ulteriore 20,78% del capitale sociale della compagnia e consente ad ACI, già proprietaria della maggioranza (54,22%), di salire al 75% della partecipazione in Sara. In particolare, il via libera all’operazione ha rigurdato l’acquisizione di una quota del 16,78% da Reale Mutua e del 4% dal Gruppo Generali.

“Questo è un momento importante di consolidamento dell’interesse dell’azionista di riferimento, mantenendo il prezioso supporto nel capitale sociale di due importanti gruppi assicurativi, quali Reale Mutua e Generali, che rimangono azionisti rispettivamente per il 14,65 % e il 10% – ha dichiarato Alberto Tosti, direttore generale di Sara Assicurazioni –. Con la robusta solvibilità che ci caratterizza, persisteremo con energia nella nostra strategia di diversificazione e di trasformazione digitale dando la solita priorità al servizio destinato alla nostra rete fisica di agenti che continua a rappresentare il nostro asset principale insieme al nostro capitale umano”.

“ACI da oltre 110 anni opera a fianco degli automobilisti italiani – ha commentato Angelo Sticchi Damiani, presidente di ACI – per la loro tutela e per recepire le loro esigenze, mentre è riconosciuta la capacità di Sara nei prodotti assicurativi in generale e per chi guida in particolare. Di fronte alle profonde trasformazioni della mobilità, ACI ha quindi deciso di aumentare la sinergia tra queste realtà e per accelerare questo processo ho assunto nei giorni scorsi la presidenza di Sara Assicurazioni”.

“L’obiettivo – ha aggiunto Sticchi Damiani – è offrire soluzioni e prodotti, ai nostri soci come a tutti gli automobilisti, in grado di accompagnare, sostenere e velocizzare le grandi innovazioni nel settore della mobilità individuale e collettiva, come quelle per una maggiore sicurezza stradale, che consideriamo essenziali all’ammodernamento complessivo del Paese. A questo proposito stiamo già lavorando a polizze che considerino la presenza dei dispositivi ADAS (sistemi avanzati di assistenza alla guida) sulle vetture, anche quando introdotti after market”.

Le nuove forme di mobilità, per tipologia quali il car sharing e per energia propulsiva quali le vetture elettriche, come la sfida dell’auto a guida autonoma, aprono infatti – conclude la nota – “un mercato strategico e centrale per l’Italia come per l’Europa”. Questa operazione permetterà quindi “di aumentare ulteriormente il rapporto di ACI con Sara Assicurazioni, anche al fine di stimolare il mercato al sostegno di queste nuove forme di mobilità e consentirà di rafforzare la notorietà e la visibilità della mission di ACI, ente pubblico non economico a base associativa, dedicata allo sviluppo sostenibile del trasporto privato in Italia”.

Intermedia Channel

Related posts

Top