SISMA EMILIA: IL GRUPPO AXA SCENDE IN CAMPO

Axa logo

Varato un piano integrato di iniziative che vede coinvolte tutte le compagnie del gruppo.  

Un piano integrato di iniziative a favore dei clienti, delle popolazioni e delle imprese colpite dai recenti eventi sismici. Lo ha annunciato Axa, attraverso l’impegno congiunto di tutte le compagnie del gruppo francese presenti in Italia: Axa Assicurazioni, Axa Mps, Quixa, Axa Art, Axa Corporate Solutions, Axa Matrix Risk Consultants, Axa Assistance, Axa Im e Axa Tech.

Per quanto riguarda Axa Assicurazioni, tra le iniziative per i clienti si segnalano: «pagamento di anticipi dell’indennizzo e supporto alla ripresa delle attività produttive attraverso una consulenza professionale fornita dalla struttura liquidativa specializzata, i periti e le società di salvataggio; possibilità di avvalersi di una proroga del periodo di mora delle quietanze scadenti nei mesi da maggio a settembre di 45 giorni. Nei comuni maggiormente colpiti dal sisma il periodo di mora per tutte le quietanze scadenti da maggio a settembre è invece di 90 giorni. Per garantire il presidio sul territorio e il supporto ai clienti da parte della rete agenziale di Axa Assicurazioni, Axa Assistance ha predisposto un noleggio di uffici mobili nelle zone colpite dal sisma».

Axa Corporate Solutions e Axa Matrix Risk Consultants si sono impegnate ad assistere i propri clienti «nella definizione del sinistro per consentire una rapida ripresa dell’attività produttiva», mettendo in campo «un’unità operativa tra intermediario, perito concordato e clienti particolarmente colpiti dal sisma: è il caso del distretto biomedicale di Mirandola».

Relativamente ad Axa Mps, i clienti possessori di un finanziamento Consum.it residenti nei comuni colpiti (elencati nel Decreto MEF del 1/6/2012), «godranno della sospensione del pagamento delle rate fino al 30 settembre 2012 e avranno la garanzia della copertura assicurativa, oltre che nel periodo di sospensione, anche per il periodo di prolungamento della durata del finanziamento, conseguenza della sospensione stessa».

Axa Art ha scelto di mettere a disposizione dei suoi clienti «un servizio completo di recovery (trasporto-deposito) delle opere d’arte e degli oggetti di valore all’interno del caveau Art Defender di Bologna (impianto di massima sicurezza per il deposito di opere d’arte e oggetti di valore). L’iniziativa sarà ricompresa negli indennizzi dei sinistri, senza nessun onere per i clienti. È stata inoltre concordata un’offerta agevolata per i servizi di ricovero e custodia rivolta alle società del gruppo Axa, agli agenti Axa Assicurazioni e alle istituzioni bancarie partner di Axa».

Sul fronte delle iniziative congiunte, per fornire un supporto alla filiera alimentare, le compagnie hanno lanciato un’operazione Salvaparmigiano, per l’acquisto di parmigiano direttamente da uno dei caseifici clienti del gruppo più colpiti, coinvolgendo tutti i collaboratori e la rete agenziale, con oltre 5 tonnellate acquistate.

Il gruppo ha deciso inoltre di promuovere una raccolta fondi interna per “adottare una scuola”, contribuendo a riallestire un edificio scolastico in Emilia Romagna in collaborazione con le istituzioni locali. Con questa operazione, ciascuna compagnia di Axa in Italia si impegna «a versare un euro per ogni euro donato dai collaboratori e coinvolge anche la rete agenziale di Axa Assicurazioni con la sfida di raccogliere almeno 50.000 euro». Nell’ambito dei fondi raccolti a sostegno delle aree colpite, Axa Mps ha stanziato 10.000 euro per la provincia di Mantova, cifra già parte dell’intero budget finanziario di 30.000 euro inizialmente previsto da Banca Monte dei Paschi di Siena per l’evento Le Stagioni della Protezione a Parma, poi annullato a causa del sisma, e quindi devoluto alle province colpite (oltre a Mantova, anche Modena e Ferrara).

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top