SISMA: «NORMALE SOSPENDERE LE NUOVE POLIZZE A EVENTO IN CORSO»

Ad affermarlo è Roberto Manzato, direttore vita e danni non auto dell’Ania, in risposta alla denuncia fatta dal presidente dell’Anci, Graziano Delrio.  

Con una dichiarazione resa all’Ansa, l’Ania è intervenuta sulla denuncia fatta dal presidente dell’Anci, Graziano Delrio, in merito ad alcune segnalazioni, in base alle quali, in alcuni Comuni dell’area colpita dal terremoto, le compagnie «che garantiscono la copertura per gli immobili di proprietà pubblica starebbero comunicando ai contraenti, ovvero ai Comuni, che allo scadere delle polizze, queste saranno rinnovate ma senza la copertura di danni derivanti da eventi come un terremoto».

«Durante un evento in corso, come lo sciame sismico che sta investendo ancora le zone colpite dalle scosse telluriche non si fanno coperture nuove», ha detto Roberto Manzato (nella foto), direttore vita e danni non auto dell’Ania. «Durante l’evento in corso, non essendoci appunto l’alea dell’evento, le compagnie assicurative sospendono’ la stipula di ‘nuove coperture. Naturalmente quello che è in corso viene mantenuto. Nuovi contratti verranno sottoscritti appena la situazione si sarà stabilizzata: è un fatto tecnico che avviene in ogni parte del mondo. L’evento verso cui assicurarsi», ha sottolineato Manzato, «non è incerto, è certo ed è in corso. Nessuno ha l’intenzione di non ripartire a commercializzare contratti: durante l’evento non si può».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top