“Smart Aging”, al via la Call for Growth di Europ Assistance, Assicurazioni Generali e growITup

CallforGrowth Smart Aging - growITup - Generali - Europ Assistance Imc

CallforGrowth Smart Aging - growITup - Generali - Europ Assistance Imc

Servizi assicurativi sempre più innovativi al centro della Call. Le startup interessate avranno tempo fino al 31 ottobre per candidarsi in una delle cinque aree di interesse: Medical, Personal emergency response services, Caregiving, Leisure, Home Care

Offrire ai Baby Boomers italiani – le persone nate prima del 1960 – servizi assicurativi sempre più semplici e personalizzati: nasce con questo obiettivo la CallForGrowth Smart Aging: care for Baby Boomers, sviluppata da Europ Assistance, Assicurazioni Generali e growITup, piattaforma di open innovation creata da Cariplo Factory in collaborazione con Microsoft.

Nel 2024, si legge in una nota, gli over 65 in Italia saranno 14,4 milioni, vale a dire circa il 25% dell’intera popolazione. Un trend demografico “destinato a trasformare profondamente diversi aspetti del nostro Paese, in primis quello dei servizi dedicati all’assistenza, alla cura e alla sicurezza”. Servizi che si andranno a diversificare in base alla salute e al livello di autonomia e indipendenza degli over 65: oggi l’11% (1,5 milioni) si qualifica come “active”, ovvero viaggia, ha interessi culturali, partecipa attivamente alla gestione familiare e ricerca servizi che possano semplificare la loro quotidianità. Il restante è parzialmente (30%) o completamente non attivo (59%) e necessita invece di assistenza saltuaria o a distanza anche medica.

Nell’ottica “di rispondere a queste necessità e offrire loro la possibilità vivere bene, più a lungo, in buona salute e in totale sicurezza all’interno della propria casa”, Europ Assistance, Generali e growITup hanno quindi deciso di lanciare la Call Smart Aging, un progetto che nasce sulla scia della collaborazione avviata lo scorso anno in ambito Insurtech tra la compagnia del Leone e la piattaforma di open innovation, che ha portato Generali a lavorare con tre promettenti startup italiane.

Sono cinque le aree di interesse individuate per questa Call:

  • Medical: servizi sanitari on line 24 ore su 24, controllo a distanza dei sintomi, localizzazione dei centri medici;
  • Personal emergency response services: chiamate di sicurezza occasionali o periodiche;
  • Caregiving: servizi di assistenza a domicilio sanitari e non;
  • Leisure: concierge per il tempo libero e i viaggi, supporto informatico;
  • Home Care: food & drugs delivery e altri servizi a domicilio.

“Come società leader dell’assistenza, prenderci cura del benessere delle persone è da sempre la nostra mission – afferma Fabio Carsenzuola, amministratore delegato e direttore generale di Europ Assistance Italia. Quella degli over 65 è una fascia di popolazione molto ampia, in costante crescita in Italia, composta da persone autonome in cerca di servizi che migliorino la loro qualità di vita, così come da chi necessita di un’assistenza domiciliare adeguata e professionale. Abbiamo quindi iniziato a disegnare nuovi servizi di assistenza per questo segmento come completamento della nostra offerta travel”.

“Crediamo fortemente – prosegue Carsenzuola – che bisogni emergenti vadano affrontati con le capacità e l’esperienza che un’azienda come la nostra ha costruito in 50 anni di attività, integrati ad un approccio innovativo, tecnologico e concreto che moltissime startup possono offrire”.

“growITup aiuta le aziende a lavorare con le startup per migliorare l’efficienza dei progetti di innovazione – commenta Enrico Noseda, partner della piattaforma di open innovation –. Il processo di growITup passa per un percorso di selezione e accompagnamento per favorire lo sviluppo di collaborazioni tra realtà corporate e startup. In questo secondo anno di collaborazione con Generali, che oggi coinvolge anche Europ Assistance, growITup aiuterà le due società a migliorare l’offerta di nuovi servizi assicurativi rivolti ai Baby Boomers”.

Per aderire alla CallForGrowth Smart Aging (qui il link), le startup – “che devono essere in fase post-seed e avere un Technology Readiness Level compreso tra 5 e 8” – hanno tempo fino al prossimo 31 ottobre.

Dopo la fase preliminare di screening, le startup saranno coinvolte in un workshop di selezione che si svolgerà il 29 novembre 2018 a Milano: nel corso di questo evento, Europ Assistance e Assicurazioni Generali “avranno l’occasione di valutare le soluzioni a più alto potenziale con cui attivare un percorso di collaborazione che potrà sfociare in una partnership commerciale, tecnologica, industriale e/o in un investimento”. Il processo di selezione sarà inoltre sfruttato da growITup per venire in contatto con startup di interesse per il fondo Indaco (fondo di venture capital da 200 milioni di Euro), di cui la piattaforma è advisor in esclusiva.

Per tutte le ulteriori informazioni sulla Call (e per sottoporre la propria candidatura) si può consultare il sito istituzionale di growITup.

Intermedia Channel

Related posts

Top