ARTICOLO 34: LE OSSERVAZIONI DI SNA ALL’ISVAP

Il sindacato guidato da Claudio Demozzi è fermamente contrario al testo messo in pubblica consultazione dall’Isvap e propone queste soluzioni…

«Il Sindacato nazionale agenti esprime la propria ferma contrarietà al testo regolamentare proposto dall’istituto di Vigilanza e, a fortiori, allo stesso art. 34 della L. 27/2012». È quanto si legge nelle osservazioni presentate all’Isvap dal sindacato presieduto da Claudio Demozzi, a proposito del documento di consultazione n. 49/ 2012 – schema di regolamento concernente la definizione dello standard di modalità operative per l’applicazione delle disposizioni relative all’obbligo di confronto delle tariffe Rc auto.

Per lo Sna, «il testo prospettato si tradurrebbe in:

– un inaccettabile ulteriore aggravio nella redazione e tenuta di documenti a carico degli intermediari;

– il confronto di preventivi personalizzati rappresenta un’informazione che, per quanto complessa, non sarebbe mai precisa, giacché solo gli agenti delle singole compagnie sono in grado di prospettare al cliente la “reale” tariffa finale, che tenga conto di scontistiche, convenzioni, elasticità tariffarie;

– i tempi ed i costi necessari ad un simile livello di preventivazione si tradurrebbero inevitabilmente in un grave disservizio per la clientela;

– l’attuale carico di adempimenti burocratici e il correlato sproporzionato regime sanzionatorio non consentono il corretto sereno redditizio sviluppo dell’attività agenziale e l’ulteriore aggravio prospettato dal regolamento , rischia di comportare il black-out operativo delle agenzie».

Lo Sna, pertanto, ha sottolineato «con chiarezza e fermezza l’esigenza di una profonda modifica della prospettata normativa regolamentare.

Scarica e leggi le Osservazioni Sna sul Documento consultazione n. 49-2012

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top