SNIASS: Il nostro progetto va avanti

SNIASS HP

SNIASS HPL’affaire SNIASSAllianz ha indubbiamente rappresentato uno dei casi di fine anno all’interno del mondo degli intermediari assicurativi. Nell’arco di pochi giorni si sono susseguiti la sottoscrizione dell’accordo tra l’associazione guidata da Maurilio Traetto ed AllianzGo (Agenzia generale Allianz iscritta nella sezione A del RUI), che avrebbe permesso agli intermediari SNIASS di assumere mandati di collaborazione Rc Auto a marchio Genialloyd, la “rivolta” dell’Associazione Agenti Allianz – il più grande gruppo agenti italiano, con oltre 2.200 iscritti a seguito della fusione tra GALA, GNA e UIA – con la minaccia di porre in atto una serie di azioni di protesta contro la compagnia mandante ed infine la disdetta dell’accordo sottoscritto tra SNIASS e AllianzGo a seguito dell’intervento della direzione generale Allianz Italia.

Il presidente Traetto incassa la sconfitta ma è pronto a rilanciare il progetto dell’associazione degli intermediari: “SNIASS si adopererà per ricercare Società di Assicurazioni libere da caste e castelletti – scrive in una nota sul sito istituzionale dell’associazione −, decise di creare una rete di intermediari liberi con rapporto semplice e diretto, senza clausole o clausolette. I Clienti agli Intermediari (A/B/E); le polizze, senza tacito rinnovo, alle Società”.

Il presidente SNIASS non rinuncia poi ad una stoccata verso chi ha fatto saltare l’accordo con AllianzGo: “Noi andiamo avanti con il nostro lavoro, non ci fermeremo, prima o poi si presenterà una vera Società di Assicurazioni (con la tripla AAA, tutte maiuscole) e conquisterà il mercato; ne siamo sicuri. Il tipo di organizzazione agenziale, così come da noi studiato, assumerebbe un numero di E/A/B così grande che il portafoglio nazionale, oggi concentrato, si spalmerebbe su tutto il territorio nazionale e le imprese ne goderebbero tutti i benefici”.

“Oggi una parte di Intermediari (gestori di feudi), non vuole il cambiamento. Facendo ritirare l’accordo siglato tra SNIASS e AllianzGo ritengono di aver vinto”, incalza Traetto, “ma è solo una battaglia, perchè noi siamo stati per la Società Allianz il male minore, sacrificabile. Mentre il mercato della distribuzione si allarga – vedi l’accordo con Unicredit −, i portafogli delle Agenzie si riducono, sempre di più”.

Intermedia Channel

Related posts

Top