SNIASS: LETTERA APERTA AI SOCI E AGLI ISCRITTI IN SEZIONE E) DEL RUI

sniass logo

A due mesi dall’insediamento, il segretario nazionale Vito Stella fa un bilancio dell’attività del Sindacato nazionale intermediari di assicurazione.

Vito Stella (nella foto), segretario dello Sniass, il Sindacato nazionale intermediari di assicurazione, ha inviato una lettera aperta ai soci dell’organizzazione, nonché a tutti gli iscritti in sezione e) del Registro unico degli intermediari, in cui fa un bilancio dell’attività sindacale, a pochi mesi dall’insediamento dei nuovi vertici. Intermedia Channel pubblica, a seguire, il testo della missiva.

Sono trascorsi appena due mesi dalla mia elezione a segretario nazionale di Sniass, due mesi estivi, vacanzieri, è vero, ma sono stati pieni di eventi, novità, riconoscimenti, critiche, ma soprattutto due mesi di grande condivisione della politica sindacale, per molti versi, rivoluzionaria, adottata dalla dirigenza di Sniass.

L’aver posto l’attenzione e centrato l’obiettivo sull’intermediario, in maniera chiara, libera e coerente, essersi allontanati dagli “specchietti per le allodole” rappresentati dalla guerra sulle tariffe Rca, dalla lotta istituzionale per il regolamento Isvap 49/2012, l’avere posto le compagnie a livello di “semplici fornitori di prodotti a servizio degli intermediari”, ci ha permesso di ottenere il plauso concreto di chi è, ama e vive da intermediario di assicurazione.

Ci hanno detto, anche, che la nostra è Fantapolitica!

Le nostre, quelle di Sniass, sono, talvolta, forti provocazioni, ma sempre dettate dalla vera e vissuta realtà di ognuno degli intermediari, che negli anni abbiamo sostenuto e difeso contro gli attacchi indiscriminati delle compagnie.

Siamo orgogliosi di rappresentare i nostri iscritti, ma soprattutto felici di poter alzare la voce a nome e negli interessi di tutti gli intermediari, soprattutto per gli iscritti alla sezione “E” del Ruir, che, fino ad adesso, come  abbiamo già detto in altri contesti, non hanno avuto alcuna tutela contrattuale ed economica.

Abbiamo visto fino a qualche giorno fa, mandati ad intermediari “E” rilasciati da fior di agenti, che ricomprendevano, illegalmente, le indennità di fine mandato nelle provvigioni.

Abbiamo visto intermediari “E” iscritti per conto di “A” al Ruir senza il rilascio di alcun mandato.

Abbiamo visto intermediari “E” revocati dall’oggi al domani senza alcun motivo e senza l’ombra della liquidazione di un euro di indennizzo.

Tutto questo deve finire, tutto questo sta finendo!!

Oggi i nostri iscritti, soggetti iscritti nella sezione “E”, possono contare su un mandato che li preserva nel caso di gradite sorprese messe in atto dai loro preponenti sia dal punto di vista contrattuale che per quanto riguarda il riconoscimento delle indennità di fine rapporto.

Oggi i nostri iscritti possono contare su una polizza Rc professionale “a primo rischio” che li tutela.

Oggi i nostri iscritti possono contare su una polizza fideiussoria da prestare nei confronti di “A” che evita inutili e pericolose forme di garanzia richieste da “A” fino ad adesso!

Oggi i nostri iscritti hanno la possibilità di diventare contitolari del trattamento dei dati personali dei loro clienti, grazie ad una convenzione per la redazione del Dps privacy.

Oggi i nostri iscritti possono contare su un corso di formazione ai fini Isvap, in convenzione, con contenuti regolamentari e gestionali davvero interessanti e nuovi!!

Abbiamo molta, moltissima strada avanti a noi, ma siamo sempre più convinti che, quella che stiamo seguendo, è quella giusta.

Speriamo, davvero, che i nostri iscritti aumentino  in maniera esponenziale, come negli ultimi due mesi, così da dare a tutta la dirigenza, presidente in testa, la carica…. più forte e compatta!

Più siamo, più contiamo!!

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top