STATISTICHE SULLE SANZIONI: DATI ANNUALI 2013

IVASSIn netto calo rispetto al 2012 sia le ordinanze di ingiunzione (-34%) che l’importo totale delle sanzioni comminate (-49,7%)

Sono stati 3.496 i procedimenti sanzionatori aperti dall’IVASS nel 2013. E’ questo il dato che emerge dall’elaborazione delle statistiche sulle sanzioni dell’intero 2013, pubblicate ieri sul sito dell’Autorità di Vigilanza. Il numero dei procedimenti, così come l’importo totale delle sanzioni comminate (25,55 milioni di Euro), è in netto calo rispetto a quanto riscontrato nel 2012. L’anno scorso, infatti, erano stati aperti 5.293 procedimenti (il calo è quindi del 24%) per sanzioni totali pari a 50,82 milioni di Euro (il dato 2013 è praticamente dimezzato: -49,7%).

Nel 91,1% dei casi (3.184) i procedimenti sanzionatori hanno dato luogo ad ordinanze di ingiunzione, per un totale (come scritto precedentemente) di oltre 25,5 milioni di Euro di sanzioni comminate a imprese ed intermediari. 312 invece i provvedimenti archiviati (8,9%).

Tipologia sanzioni

Per quanto riguarda la tipologia delle violazioni contestate, l’87,5% del totale (2.784) è riferito a violazioni in materia di RC Auto che hanno provocato il 72% delle multe inflitte – 18,38 milioni di Euro – ad imprese ed intermediari. Nel dettaglio:

  • Liquidazione Sinistri: 2.088 ordinanze (65,6%) – 15.379.836 Euro sanzioni (60,2%);
  • Attestati di rischio: 524 ordinanze (16,5%) – 2.111.750 Euro sanzioni (8,3%);
  • Altri illeciti RCA: 172 ordinanze (5,4%) – 892.333 Euro sanzioni (3,5%).

Le altre violazioni sanzionate sono state 400 (12,5% del totale), con sanzioni pari a 7.163.370 (28% del totale).

Destinatari sanzioni

Nel 93,4% dei casi (2.973), le imprese sono state le destinatarie delle sanzioni amministrative, con 21,39 milioni di Euro di multe comminate (83,7% del totale). 210 (6,6%) le multe inflitte ad intermediari, con oltre 4 milioni di Euro di sanzioni (16%). Il dato degli intermediari è in crescita per quanto riguarda il numero dei provvedimenti – nel 2012 erano stati 172 – e in calo per gli importi totali delle sanzioni (oltre 4,3 milioni l’anno scorso). Gli altri destinatari hanno raccolto una sola ingiunzione (0,03%), per 75.000 Euro di multa (0,3%).

Servizio istruttore del procedimento sanzionatorio

Per quanto riguarda i Servizi dell’Autorità di Vigilanza che hanno istruito i procedimenti sanzionatori, nel dettaglio:

  • Tutela del Consumatore: 2.929 ordinanze (92% del totale) – 19.268.978 Euro sanzioni (75,4%);
  • Vigilanza Prudenziale: 35 ordinanze (1,1%) – 1.744.000 Euro sanzioni (6,8%);
  • Viglianza Intermediari Assicurativi: 190 ordinanze (6%) – 4.000.666 Euro sanzioni (15,7%);
  • Ispettorato: 30 ordinanze (0,9%) – 533.645 Euro sanzioni (2,1%);

Prime 10 imprese per importo sanzioni totali

Come già avvenuto nel 2012, è stata Groupama Assicurazioni l’impresa più multata del 2013, con 2,93 milioni di Euro totali relativi a 386 ordinanze di sanzione amministrativa pecuniaria. Alle sue spalle, seguono Fondiaria Sai (2,33 milioni di Euro e 185 ordinanze), Donau Versicherung – Vienna Insurance Group (2,03 milioni di Euro e 227 ordinanze), Unipol Assicurazioni (1,81 milioni e 278 ordinanze) e Aviva Italia (1,4 milioni e 122 ordinanze).

Fondiaria Sai è risultata l’impresa con l’importo medio per sanzione più elevato tra le prime 10 imprese multate: 12.610 Euro per ordinanza. Seguono Aviva Italia (11.482), Cattolica Assicurazioni (9.519 Euro), Donau Versicherung – Vienna Insurance Group (8.951 Euro) e Groupama Assicurazioni (7.601 Euro).

Le prime 10 imprese per importo totale delle sanzioni hanno subito multe per oltre 14,2 milioni di Euro (55,6% sull’importo sanzioni totali del mercato), relative a 1.819 ordinanze (57,1% sul numero totale).

Prime 10 imprese per importo sanzioni Rc Auto

Per quanto riguarda le sanzioni riconducibili alla Rc Auto, sempre Groupama Assicurazioni è stata l’impresa più sanzionata (anche qui, come nel 2012), con 2,88 milioni di Euro di multe relative a 380 ordinanze. Seguono Donau Versicherung – Vienna Insurance Group (2,01 milioni di Euro e 225 ordinanze), Unipol Assicurazioni (1,66 milioni di Euro e 267 ordinanze), Aviva Italia (1,39 milioni e 121 ordinanze) e Fondiaria Sai (1,09 milioni di Euro e 177 ordinanze).

Aviva Italia è stata invece l’impresa con l’importo medio più elevato per sanzione Rc Auto (11.494 Euro). Seguono Cattolica Assicurazioni (9.489 Euro), Donau Versicherung – Vienna Insurance Group (8.968 Euro), Groupama Assicurazioni (7.574 Euro) e Unipol Assicurazioni (6.218 Euro).

Le prime 10 imprese per importo totale delle sanzioni Rc Auto hanno subito multe per 12,26 milioni di Euro (66,7% sull’importo sanzioni totali Rc Auto del mercato), relative a 1.737 ordinanze (62,4% sul numero totale). In base ai dati 2012, le prime 10 imprese sanzionate in materia di Rc Auto rappresentavano il 55,5% del mercato assicurativo del ramo.

Primi 10 gruppi assicurativi per importo sanzioni Rc Auto

Sempre restando in tema di sanzioni Rc Auto, ma allargando la classifica ai gruppi assicurativi, è stato il gruppo Unipol (già comprensivo del gruppo Fondiaria Sai) quello maggiormente sanzionato nel corso del 2013, con 711 ordinanze per 4,37 milioni di Euro di multa. Al secondo posto il gruppo Groupama, con 380 ordinanze e 2,88 milioni di Euro di sanzioni.

Alle loro spalle seguono Generali (354 ordinanze e 1,77 milioni di Euro), Aviva (123 ordinanze e 1,4 milioni di Euro) e Cattolica Assicurazioni (101 ordinanze e 772mila Euro).

Per quanto riguarda gli importi medi più elevati per sanzione Rc Auto comminati ai gruppi assicurativi, Ergo Versicherungsgruppe è risultato il gruppo più colpito con 21.944 Euro medi per sanzione. A seguire, Aviva (11.343 Euro), Assicuratrice Milanese (8.295 Euro), Cattolica Assicurazioni (7.650 Euro) e Groupama (7.574 Euro).

I primi 10 gruppi per importo totale delle sanzioni Rc Auto hanno subito multe per 13,48 milioni di Euro (73,3% sull’importo sanzioni totali Rc Auto del mercato), relative a 2.030 ordinanze (72,9% sul numero totale). In base ai dati 2012, i primi 10 gruppi sanzionati in materia di Rc Auto rappresentavano il 74% del mercato assicurativo del ramo.

Prime 5 sanzioni (per singolo importo)

Fondiaria Sai è stata la destinataria della singola sanzione amministrativa più elevata comminata durante il 2013: con l’ordinanza n. 1050/13 del 22 maggio, l’Autorità di Vigilanza ha infatti disposto 1.203.333 Euro di multa nei confronti della compagnia.

A seguire, le tre sanzioni amministrative pecuniarie più elevate emesse nel corso del 2013 nei confronti degli intermediari: 430.000 per Maria Verna, 328.000 Euro per Italo Coro (nella qualità di socio accomandatario e delegato dell’attività agenziale della Italo Coro & C. s.a.s. – società cessata per chiusura della liquidazione volontaria) e 205.000 Euro – in solido – per Guido Allegra e Adriana Malfatti.

Chiude l’elenco delle singole sanzioni più elevate emesse nel corso del 2013 la multa di 200.000 Euro disposta nei confronti di Ergo Assicurazioni.

Statistiche sulle sanzioni: dati annuali 2013 (file .zip)

Intermedia Channel

Related posts

Top