STUDIO DI SETTORE VG91U, OSSERVAZIONI SNA ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE: COLLABORAZIONI E INDAGINE ANTITRUST IMPATTANO SUI PARAMETRI

SNA HiResCon una lettera inviata alla Direzione Centrale Accertamento dell’Agenzia delle Entrate, l’ufficio giuridico-fiscale del Sindacato Nazionale Agenti ha esposto alcune considerazioni sul prototipo “evoluzione” predisposto per lo studio di settore VG91U, nel quale rientrano le figure professionali degli intermediari assicurativi di ogni tipologia, periti ed i liquidatori, promotori finanziari, mediatori finanziari e tutte le altre attività ausiliarie di assicurazioni e fondi pensione.

Secondo quanto riporta una nota pubblicata sulla newsletter SNA odierna, nelle osservazioni all’Agenzia il sindacato evidenzia “il rischio che le recenti novità, ancora non considerate ai fini della definizione dei parametri degli studi, potrebbero pregiudicare la corretta rappresentazione della realtà della categoria”. Il riferimento è alle disposizioni della L. 221/2012, che consentono la collaborazione tra intermediari, a seguito della quale potrebbero aumentare significativamente le provvigioni retrocesse a terzi. Anche l’eliminazione del tacito rinnovo sui contratti RCA, secondo quanto si legge nella lettera, può distorcere il significato del dato relativo al “numero di polizze stipulate nell’anno”. Un riferimento all’indagine recentemente promossa dall’Antitrust avverte inoltre come l’impatto sul modello distributivo italiano “potrebbe essere significativo”. Per il sindacato, anche la diffusione dell’abusivismo è considerata una criticità capace di condizionare l’assetto della distribuzione.

Nell’ottica di una volontà di semplificazione – conclude la lettera – Sna auspica la collaborazione di codesta Commissione al fine di limitare il più possibile il numero dei valori necessari per la definizione del modello”.

Osservazioni SNA all’Agenzia delle Entrate sull’evoluzione dello sudio di settore VG91U

Intermedia Channel

Related posts

Top