SWISS LIFE CRESCE ANCHE NEL TERZO TRIMESTRE 2013

Il Gruppo ha realizzato una raccolta premi pari a 13,7 miliardi di franchi svizzeri (11,1 miliardi di Euro), per una crescita del 6% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Il coefficiente di solvibilità del gruppo è aumentato di 2 punti percentuali, posizionandosi al 207%

Nei primi nove mesi del 2013 i premi incassati di Swiss Life sono incrementati del 6% a 13,7 miliardi di franchi (11.1 miliardi di Euro) rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Nel contempo il gruppo ha registrato un incremento dei proventi per commissioni e spese pari al 4%, passando a 826 milioni di franchi (670 milioni di Euro).

Swiss Life - Insegna ImcSul mercato domestico il Gruppo ha registrato una crescita dei premi del 7%, situandosi a 7,3 miliardi di franchi (5,9 miliardi di Euro). “La domanda, che permane elevata, di soluzioni di assicurazione completa da parte di piccole e medie imprese svizzere – sottolinea il Gruppo in una nota –, ha contribuito in misura determinante a questa espansione“.

In Francia la raccolta premi è incrementata del 7% a 3,4 miliardi di franchi (2,75 miliardi di Euro). Con una crescita del 15% nel ramo Vita e una quota di contratti vincolati a partecipazioni che permane elevata (35%), la qualità dei premi è stata ulteriormente migliorata. In Germania nei primi nove mesi del 2013 i premi ammontano a 1,2 miliardi di franchi (973 milioni di Euro, +4%). Al risultato hanno contribuito in misura determinante “all’aumento dei premi legati ai prodotti assicurazione di invalidità professionale e  le assicurazioni contro la non autosufficienza“.

L’unità di mercato International, “grazie alla crescita nel settore dei grandi clienti internazionali“, ha registrato un’espansione del 3% a 1,8 miliardi di franchi (1,46 miliardi di Euro), rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Swiss Life Asset Managers nei primi nove mesi dell’anno ha acquisito ulteriori mandati di gestione patrimoniale di clienti esterni, registrando afflussi di nuovi capitali netti pari a 2,5 miliardi di franchi (2,02 miliardi di Euro).

Al 30 settembre 2013 la solvibilità del gruppo ammontava al 207% (contro il 205% del dato al 30 giugno 2013). Rettificato di plusvalenze e minusvalenze non realizzate su obbligazioni, il coefficiente di solvibilità del gruppo è passato al 190% rispetto a fine giugno 2013 (188%).

Il Gruppo segnala inoltre come prosegua coerentemente con quanto pianificato il programma “Swiss Life 2015“. Nell’ambito della gestione dei costi, al 30 settembre 2013 è già stato concretizzato il 50% delle misure di riduzione costi previste. La quota di rischi, di prodotti moderni e moderni-tradizionali agli affari nuovi nei primi nove mesi del 2013 è aumentata all’81% ed è quindi già vicina all’obiettivo dell’85%.

Swiss Life è sulla buona rotta e ha portato avanti anche nel terzo trimestre 2013 l’andamento degli affari positivo del primo semestre“, ha affermato Bruno Pfister, CEO del gruppo Swiss Life, commentando i risultati. “La qualità dei premi è migliorata ulteriormente e tutte le unità di mercato hanno compiuto passi avanti in settori di affari strategicamente importanti. Inoltre, nell’ambito del nostro programma ‘Swiss Life 2015’, abbiamo già implementato per metà i risparmi sui costi previsti e di nuovo aumentato l’efficienza in tutte le unità di mercato“.

Intermedia Channel

Related posts

Top