Swiss Life, premi in crescita del 4% nel primo trimestre 2018

Patrick Frost (3) Imc

Patrick Frost (3) Imc

La raccolta del gruppo assicurativo zurighese si è fermata poco sotto quota 7 miliardi di franchi. In aumento anche le riserve tecniche a favore degli assicurati (+1%) ed i proventi per commissioni e spese (+9% a 395 milioni di franchi). Negli affari con i clienti terzi, Swiss Life Asset Managers ha registrato afflussi di nuovi capitali netti pari a 2,4 miliardi di franchi. Le attività in gestione per conto terzi sono salite a 63,6 miliardi di franchi (contro 61,4 miliardi a fine 2017)

Nei primi tre mesi del 2018 il gruppo Swiss Life ha incassato 395 milioni di franchi di proventi per commissioni e spese, il 9% in più rispetto al primo trimestre 2017 a seguito dell’aumento dei contributi di Swiss Life Asset Managers (+11%), dei propri canali di consulenti (+8%) nonché dei prodotti e servizi propri e di terzi (+4%). Buoni riscontro anche per i premi incassati, saliti del 4% poco sotto quota 7 miliardi di franchi. Le riserve tecniche a favore degli assicurati sono aumentate dell’1%.

Sul mercato interno il Gruppo ha continuato a mantenere l’attenzione sull’efficienza del capitale, registrando una raccolta premi stabile a 4,6 miliardi di franchi. I proventi delle operazioni che generano tasse e commissioni sono aumentati del 5% rispetto all’anno precedente, attestandosi a 65 milioni di franchi. In Francia la raccolta premi è salita del 17% a 1,4 miliardi di franchi. Fattore trainante di questa forte crescita è stato il ramo Vita. I proventi per commissioni e spese hanno registrato un’espansione del 6%, collocandosi a 79 milioni di franchi. Il motivo principale della crescita è legato nell’incremento della quota di soluzioni vincolate a partecipazioni nel ramo Vita.

In Germania, Swiss Life ha realizzato una raccolta premi pari a 375 milioni di franchi, stabile rispetto ai primi tre mesi del 2017. Grazie ai propri canali di consulenti, i proventi per commissioni e spese sono saliti del 16% a 116 milioni di franchi (1° trimestre 2017: 92 milioni di franchi). L’unità di mercato International ha registrato una progressione dei premi del 12% a 582 milioni di franchi. I proventi per commissioni e spese, pari a 60 milioni di franchi, sono risultati del 3% superiori rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Nel settore degli investimenti per clienti terzi, nei primi tre mesi del 2018 Swiss Life Asset Managers presenta un afflusso di nuovi capitali netti pari a 2,4 miliardi di franchi. Le attività in gestione per conto di clienti terzi sono pertanto salite a 63,6 miliardi di franchi, contro i 61,4 miliardi registrati a fine 2017. I proventi per commissioni e spese sono stati pari a 152 milioni di franchi, l’11% in più rispetto al primo trimestre 2017.

Per quanto riguarda i proventi da investimenti e gli indicatori di solvibilità, il Gruppo ha realizzato proventi diretti da investimenti pari a 1,04 miliardi, sullo stesso livello dei primi tre mesi del 2017. Il rendimento d’investimento diretto non annualizzato è rimasto stabile allo 0,7%. Al 1° gennaio 2018, infine, Swiss Life presentava un quoziente SST (l’indicatore di solvibilità calcolato sulla base dei criteri di Solvency II) del 170%.

«Il 2018 è partito molto bene – ha affermato Patrick Frost (nella foto), Group CEO di Swiss Life –. Swiss Life è riuscita a portare avanti la crescita nelle operazioni che generano tasse e commissioni. Dato particolarmente confortante: tutte le divisioni hanno contribuito a questo incremento. I risultati del primo trimestre 2018 ci rendono fiduciosi nella riuscita, se non nel superamento, di tutti i nostri obiettivi legati al programma aziendale “Swiss Life 2018”».

Intermedia Channel

Related posts

*

Top