Swiss Life, utili e premi in aumento nel 2017

Patrick Frost (3) Imc

Patrick Frost (3) Imc

Il gruppo assicurativo elvetico chiude l’esercizio con indicatori positivi ed in linea con le previsioni: l’utile netto operativo si è incrementato del 5% a 1,47 miliardi di franchi e l’utile netto è aumentato del 9%, attestandosi oltre quota un miliardo. I proventi per commissioni e spese sono saliti dell’8% a 1,480 miliardi di franchi; il risultato delle commissioni, pari a 442 milioni, ha superato dell’11% il risultato dell’anno precedente. Buoni riscontri anche dal volume dei premi lordi contabilizzati, in crescita del 6% a 18,6 miliardi di franchi. Il valore della nuova produzione si è incrementato del 18%, passando da 296 a 351 milioni di franchi, con un margine in miglioramento di 0,4 punti percentuali, dal 2,1% al 2,5%. Per quanto riguarda gli investimenti per clienti terzi, Swiss Life Asset Managers ha realizzato un afflusso di nuovi capitali netti pari a 7,1 miliardi di franchi. Le attività in gestione per clienti terzi ammontavano a fine anno a 61,4 miliardi di franchi (+24%). Il CdA proporrà alla prossima assemblea generale di procedere a un aumento del dividendo da 11 a 13,5 franchi per azione

Il gruppo assicurativo Swiss Life ha presentato nella giornata di ieri i risultati dell’esercizio 2017, chiuso con indicatori positivi ed in linea con le previsioni. L’utile netto di Gruppo si è incrementato del 9%, salendo oltre quota un miliardo di franchi, mentre l’utile netto operativo rettificato è salito del 5% a 1,475 miliardi. Per quanto riguarda il risultato delle commissioni, Swiss Life ha registrato un aumento dell’11% a 442 milioni di franchi, raggiungendo in anticipo di un anno gli obiettivi stabiliti dal programma Swiss Life 2018. Nell’attività assicurativa il Gruppo ha realizzato proventi diretti da investimenti stabili pari a 4,3 miliardi di franchi, con un rendimento d’investimento diretto del 2,8% (contro il 3% del 2016).

Nel mercato domestico Swiss Life ha realizzato un aumento dell’utile operativo del 2% a 829 milioni di franchi. Il risultato di risparmio è salito da 532 a 550 milioni di franchi,  il risultato di rischio è rimasto praticamente stabile a 251 milioni di franchi (253 milioni del 2016) ed il risultato delle commissioni è passato da 12 a 14 milioni di franchi. In Francia il Gruppo ha registrato un incremento del 5% a 235 milioni di Euro, mentre progressi a doppia cifra percentuale sono stati conseguiti in Germania (+19% a 137 milioni di Euro) e per la divisione Swiss Life International (+12% a 46 milioni di Euro). In crescita anche il risultato settoriale di Swiss Life Asset Managers: +6% a 258 milioni di franchi ed un contributo degli affari con clienti terzi in rialzo dell’8%.

Tornano a crescere, “nonostante la persistente focalizzazione sulla profittabilità”, anche i volumi complessivi in premi lordi contabilizzati: +6% a 18,6 miliardi di franchi. Il valore dei nuovi affari è aumentato del 18%, passando da 296 a 351 milioni di franchi, con un margine in miglioramento di 0,4 punti percentuali (dal 2,1% al 2,5%). I proventi per commissioni e spese di Gruppo sono saliti dell’8% a 1,48 miliardi di franchi, grazie all’incremento dei contributi da prodotti e servizi propri e di terzi (+12%), da Swiss Life Asset Managers (+8%) nonché dai propri canali di consulenti (+4%).

Sul mercato interno il Gruppo ha incassato 9,3 miliardi di franchi di premi, con un calo del 6% legato principalmente agli affari con la clientela aziendale. I proventi per commissioni e spese, pari a 230 milioni di franchi, sono risultati stabili rispetto al 2016 (233 milioni di franchi). In Francia è stato registrato un aumento dei volumi del 15% a 4,8 miliardi di Euro. L’evoluzione positiva ha determinato la progressione, nella misura del 23% a 272 milioni di Euro, dei proventi per commissioni e spese.

In Germania, con un incasso premi pari a 1,2 miliardi di Euro, Swiss Life ha eguagliato il risultato dell’anno precedente. I proventi per commissioni e spese si sono incrementati del 4% a 359 milioni di Euro. Forte crescita per Swiss Life International, i cui premi sono passati dagli 1,6 miliardi di Euro del 2016 ai 2,4 miliardi di Euro a fine 2017. A seguito della crescita registrata nell’ambito dei canali di consulenti indipendenti e dell’aumento delle commissioni su polizze, i proventi per commissioni e spese sono saliti da 195 a 202 milioni di Euro.

Le attività in gestione a fine esercizio presso Swiss Life Asset Managers ammontavano complessivamente a 224 miliardi di franchi (+10%). Nel settore degli investimenti per clienti terzi la divisione ha realizzato un afflusso di nuovi capitali netti pari a 7,1 miliardi di franchi. Le attività in gestione negli affari con clienti terzi sono così aumentate a 61,4 miliardi di franchi, con una crescita del 24% rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda gli indicatori patrimoniali, infine, al 1° gennaio 2018 Swiss Life prevede un quoziente SST (il margine di solvibilità calcolato sulla base dei criteri di Solvency II) superiore al 170%. In occasione dell’assemblea generale del prossimo 24 aprile, il CdA societario proporrà agli azionisti l’aumento del dividendo in distribuzione da 11 a 13,5 franchi per azione.

«Il bilancio d’esercizio 2017 si inserisce senz’altro nella scia di buoni risultati degli anni precedenti – ha commentato Patrick Frost (nella foto), CEO del gruppo Swiss Life –. Tutte le unità hanno registrato uno sviluppo positivo e rafforzato il rispettivo contributo al risultato. Le operazioni che generano tasse e commissioni hanno avuto un impatto sostanziale sui nostri buoni risultati. Questo dato di fatto e la confortante crescita del valore degli affari nuovi sottolineano che siamo decisamente a buon punto con l’ulteriore sviluppo del nostro modello aziendale: siamo sulla buona rotta o in anticipo con tutti i nostri obiettivi di “Swiss Life 2018”».

Intermedia Channel


Swiss Life – Riepilogo principali risultati 2017

Swiss Life – Presentazione risultati esercizio 2017 (in inglese)

Related posts

Top