Swiss Life, utili e raccolta in aumento nel 2018

Patrick Frost (3) Imc

Patrick Frost (3) Imc

Andamento positivo per l’esercizio 2018 del gruppo assicurativo di Zurigo: l’utile netto operativo rettificato si è incrementato del 4% a 1,55 miliardi di franchi, mentre l’utile netto è salito del 7% a 1,08 miliardi. I proventi per commissioni e spese sono aumentati del 6% ad oltre 1,6 miliardi. Il risultato delle commissioni, pari a 488 milioni di franchi, ha superato dell’8% il risultato dell’anno precedente. In crescita anche la raccolta premi: +2% a 19,2 miliardi. Il valore della nuova produzione è salito del 10%, passando da 351 a 386 milioni di franchi, con un margine in lievissimo miglioramento (+0,1 p.p. al 2,6%) Nel settore degli investimenti per clienti terzi Swiss Life Asset Managers ha realizzato un afflusso di nuovi capitali netti pari a 8,4 miliardi di franchi. A fine 2018, le attività in gestione per clienti terzi ammontavano a 71,2 miliardi di franchi (+16% rispetto alla fine dell’anno precedente). Il Gruppo ha complessivamente raggiunto, se non superato, tutti gli obiettivi del programma aziendale “Swiss Life 2018”. Il CdA proporrà all’assemblea generale di procedere a un aumento del dividendo in distribuzione da 13,5 a 16,5 franchi per azione

Esercizio positivo per Swiss Life, che nel 2018 è riuscita ad espandere il suo utile netto del 7% a 1,08 miliardi di franchi. L’utile netto operativo rettificato è salito del 4% a 1,55 miliardi, il risultato di risparmio si è attestato a 889 milioni (827 milioni nel 2017) e il risultato di rischio è passato dai 395 milioni di franchi del 2017 ai 410 milioni di fine 2018. Per quanto riguarda il risultato delle commissioni, il gruppo assicurativo di Zurigo ha realizzato un incremento dell’8%, toccando quota 488 milioni di franchi.

Negli affari assicurativi Swiss Life ha realizzato un aumento dei proventi diretti da investimenti a 4,4 miliardi di franchi (contro i 4,3 miliardi registrati nel passato esercizio), pari ad un rendimento d’investimento diretto del 2,9% (2,8% nel 2017). A fine esercizio il rendimento d’investimento netto si collocava al 3% (contro il 2,5% dell’esercizio precedente).

Sul mercato interno elvetico, il Gruppo ha realizzato un risultato di settore pari a 865 milioni di franchi (+4% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente). Il risultato di risparmio si è assestato a 628 milioni (550 milioni nel 2017). Il risultato di rischio è rimasto invariato a 251 milioni, mentre il risultato delle commissioni è incrementato da 14 a 18 milioni di franchi. Swiss Life in Francia ha realizzato un aumento del risultato di settore del 2% a 239 milioni di Euro. Il risultato delle commissioni ha osservato uno sviluppo del 12% a 67 milioni di Euro. Il risultato di rischio, pari a 95 milioni di Euro, ha superato del 5% il risultato dell’anno precedente. Il risultato di risparmio è rimasto invece pressoché invariato al livello dell’anno precedente (179 milioni di Euro).

Il mercato tedesco ha invece contribuito in maniera minore al risultato rispetto al 2017 (-10% a 123 milioni di Euro), a seguito del calo del risultato di risparmio legato ad un fattore straordinario positivo, pari a 17 milioni di Euro, verificatosi nel 2017. Il risultato delle commissioni è invece salito dell’1% a 58 milioni di Euro ed il risultato di rischio è aumentato del 16% a 32 milioni di Euro. Swiss Life International ha maturato un risultato di settore pari a 58 milioni di Euro (+27% rispetto al 2017). Il risultato delle commissioni è salito del 29% a 41 milioni di Euro e il risultato di rischio ha osservato una notevole crescita (+75% a 10 milioni di Euro). Swiss Life Asset Managers ha realizzato un risultato di settore pari a 272 milioni di franchi, con uno sviluppo del 5% rispetto all’anno precedente.

I proventi per commissioni e spese del Gruppo sono aumentati del 6% ad oltre 1,6 miliardi di franchi. All’espansione hanno contribuito l’aumento dei contributi dai propri canali di consulenti (+10%), da Swiss Life Asset Managers (+6%) e dai prodotti e servizi propri e di terzi (+2%). Anche i premi lordi contabilizzati complessivi hanno registrato un aumento: +2% a 19,2 miliardi di franchi. Percentuale di incremento analoga per le riserve tecniche a favore degli assicurati.

Per quanto concerne il risultato in termini di premi e proventi nelle singole divisioni di Gruppo, in Svizzera sono stati incassati 9,5 miliardi di franchi di premi, il 3% in più rispetto al 2017. I proventi per commissioni e spese, pari a 247 milioni di franchi, hanno registrato un incremento del 7%. In Francia è stato registrato un aumento dei premi incassati del 6% a 5,1 miliardi di Euro, mentre i proventi per commissioni e spese, pari a 269 milioni di Euro, sono risultati di poco inferiori rispetto all’anno precedente (-1%). In Germania il Gruppo ha incassato 1,2 miliardi di Euro di premi (+2%) ed i proventi per commissioni e spese sono saliti del 10% a 395 milioni di Euro. Swiss Life International ha invece registrato un calo dei premi pari all’11% (a 2,1 miliardi di Euro); stessa percentuale, ma in aumento, per proventi per commissioni (a 225 milioni di Euro).

A fine 2018 le attività in gestione presso Swiss Life Asset Managers ammontavano complessivamente a 233 miliardi di franchi. Nel settore degli investimenti per clienti terzi la divisione ha realizzato un afflusso di nuovi capitali netti pari a 8,4 miliardi di franchi (contro i 7,1 miliardi di franchi dell’esercizio precedente). Le attività in gestione negli affari con clienti terzi sono così salite a 71,2 miliardi di franchi (+16% rispetto al 2017). I ricavi complessivi sono aumentati del 6% a 734 milioni di franchi. Gli affari con clienti terzi hanno contribuito a questo risultato nella misura di 413 milioni di franchi (contro i 389 milioni dell’esercizio 2017).

Con questo esercizio il Gruppo ha completato il programma aziendale Swiss Life 2018. Tutti gli obiettivi del piano sono stati raggiunti e la maggior parte degli stessi è stata addirittura superata. Sia il risultato delle commissioni, pari a 488 milioni di franchi (la forchetta obiettivo era posizionata tra 400 e 450 milioni di franchi), che il risultato di rischio, pari a 410 milioni di franchi (forchetta obiettivo tra 350 e 400 milioni di franchi), hanno infatti superato gli obiettivi.

Nel 2018, Swiss Life ha inoltre realizzato un valore della nuova produzione pari a 386 milioni di franchi, che ha portato ad un risultato complessivo del triennio pari a 1,03 miliardi, decisamente superiore ai 750 milioni previsti dal piano. Grazie alla continua disciplina dei costi, le spese operative si sono mantenute pressoché stabili ed i risparmi complessivi per 111 milioni di franchi hanno permesso di destinare risorse agli investimenti.

Al 1° gennaio 2019, infine, il Gruppo, in base al nuovo modello normativo sulla solvibilità, prevede un quoziente SST superiore al 180%.

«Le solide cifre dell’esercizio 2018 sono anche la testimonianza della conclusione, decisamente brillante, del nostro programma aziendale “Swiss Life 2018” – ha commentato Patrick Frost (nella foto), CEO del gruppo Swiss Life –. Abbiamo, dunque, raggiunto tutti gli obiettivi del nostro programma, superandoli nella maggior parte dei casi. Questo risultato dimostra che le priorità strategiche poste sono corrette e che realizziamo sistematicamente i nostri piani. Sono molto orgoglioso della performance messa a segno, una volta di più, dai nostri collaboratori. Questo successo costituisce la miglior premessa, affinché Swiss Life mantenga la redditizia traiettoria di crescita nei prossimi anni».

Tenuto conto dell’andamento molto positivo degli affari, in occasione dell’assemblea generale del prossimo 30 aprile, il CdA proporrà agli azionisti un aumento del dividendo a 16,5 franchi per azione (contro i 13,5 franchi dell’esercizio 2017), per una quota di distribuzione del 51%.

Intermedia Channel


Swiss Life – Riepilogo risultati 2018

Swiss Life – Presentazione risultati 2018 (in inglese)

Related posts

Top