Swiss Re e BetterTogether, partnership per la copertura dei “rischi esclusi”

Protezione - Coperture assicurative (Immagine rawpixel.com) Imc

Protezione - Coperture assicurative (Immagine rawpixel.com) ImcAll’Italy Protection Forum di Milano dello scorso 27 marzo è stato presentato l’accordo tra il gruppo riassicurativo e il broker assicurativo digitale per garantire la copertura dei rischi esclusi

L’Italy Protection Forum (IPF 2019) dello scorso 27 marzo ha rappresentato l’occasione per parlare ancora una volta di rischi esclusi dalle coperture assicurative; in occasione dell’appuntamento di Milano, organizzato da EMFgroup, grazie a Swiss Re e BetterTogether si è tuttavia cercato di “dare risposte concrete a quella che fino a ieri rappresentava una lacuna nel mercato delle polizze”.

Durante IPF 2019 il gruppo riassicurativo elvetico ed il broker assicurativo integralmente digitale hanno infatti ufficializzato la loro collaborazione: Swiss Re ha evidenziato come il monitoraggio e la valutazione dei rischi durante l’intero periodo di validità della garanzia assicurativa, grazie a un coinvolgimento attivo dell’assicurato, possa innovare l’attuale offerta di prodotti assicurativi. BetterTogether (nella persona di Serenella Ragni, co-fondatrice e amministratore della società) ha offerto un contributo alla successiva tavola rotonda, accennando al progetto, sviluppato in partnership con il gruppo riassicurativo, “di ampliare l’offerta di prodotti assicurativi andando incontro alle richieste, finora disattese, di categorie maggiormente esposte a rischi e proprio per questo tradizionalmente escluse – come ad esempio, nel ramo vita, persone con HIV o altre patologie importanti quali epatiti, diabete, cancro etc. e nel ramo danni, quelle rappresentate dai proprietari di case situate in zone a rischio di terremoti, alluvioni e straripamenti”.

In virtù “della solidità della capacità finanziaria di Swiss Re di assorbire i rischi”, il broker “ha sviluppato una progettualità ad hoc ponendo al centro il concetto di rete nella duplice accezione del termine, come creazione di gruppi d’acquisto (fare rete) e come creazione di valore attraverso il web e i social (la rete, Internet)”.

L’obiettivo di BetterTogether nella formulazione dei prodotti specifici – si legge inoltre in una nota – “è stato quello di realizzare una copertura facilmente accessibile, semplice e diretta alle persone o ai gruppi di persone interessate, in grado di colmare il protection gap esistente su vari rischi, sia vita che danni, in modo da costruire un portafoglio nuovo, sostenibile e bilanciato in un ambito in cui si pone come il primo operatore a inaugurare un settore fortemente innovativo destinato a dare nuovo impulso al comparto”.

La partnership tra Swiss Re e BetterTogether ha utilizzato “una leva strategica in grado di approcciare un mercato inascoltato, un terreno vergine dove non vi è ancora una proposta concreta”. Il ruolo di Swiss Re in questo ambito – conclude la nota – “sarà centrale nel garantire massima sicurezza e protezione del rischio”.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top