SWISS RE: IL 2013 SI CHIUDE CON L’UTILE IN CRESCITA A 4,4 MILIARDI DI DOLLARI

Swiss Re - Sede Zurigo (2) ImcIl cda propone un dividendo di 3,85 franchi svizzeri (3,16 Euro) per azione e un dividendo straordinario aggiuntivo di 4,15 franchi (3,4 Euro) per azione. David Cole è stato nominato nuovo CFO di Gruppo in sostituzione di George Quinn, che dal prossimo 1° maggio diventerà direttore finanziario di Zurich

Il 2013 di Swiss Re si chiude con un utile netto di 4,4 miliardi di dollari, in crescita del 5,8% rispetto al risultato di 4,2 miliardi ottenuto nel 2012. Il risultato è stato trainato dall’elevata redditività del segmento riassicurativo Property & Casualty e dalle ottime performance delle divisioni Corporate Solutions e Admin Re. Il segmento riassicurativo Life & Health ha invece ridotto il proprio risultato netto a causa di un rafforzamento delle riserve in Australia. Il cda del gruppo elvetico proporrà un dividendo ordinario di 3,85 franchi svizzeri (3,16 Euro) per azione e un dividendo straordinario aggiuntivo di 4,15 franchi (3,4 Euro) per azione.

L’amministratore delegato del Gruppo, Michel M. Liès, ha così commentato i risultati raggiunti: “Tutte le Business Unit hanno contribuito a questo eccellente risultato, con una performance particolarmente positiva proveniente da P&C Re e la progressiva crescita di Corporate Solutions. Siamo decisamente soddisfatti nel poter consegnare questi risultati finanziari nell’anno del nostro 150° anniversario e sebbene siamo ben consapevoli delle sfide che ci attendono, guardiamo al 2014 con estrema fiducia“.

Un intero esercizio con risultati di Gruppo molto positivi e lusinghieri ritorni dal capitale investito
Oltre al positivo riscontro dell’utile netto, si segnala anche una crescita a doppia cifra (+13%) per la raccolta premi, salita a 28,8 miliardi di dollari contro i 25,4 miliardi del 2012. Le attività di underwriting intraprese negli ultimi anni hanno contribuito alla buona performance del segmento riassicurativo P&C, così come una serie di benefici fiscali straordinari di Gruppo e la liquidazione di riserve per un totale di 1 miliardo di dollari. Proventi netti da investimenti, guadagni da investimenti alternativi ed utili realizzati dalle vendite hanno contraddistinto il buon risultato degli investimenti pari a 4,3 miliardi di dollari, con un ritorno quantificabile al 3,6% (contro il 4% del 2012). Il risultato finanziario comprende il contributo di Principal Investments, unità dedicata a generare valore economico a lungo termine attraverso investimenti nelle imprese assicurative.

Il combined ratio del Gruppo è segnalato in leggera crescita (85,3% contro 83,1 del 2012).

Redditività sostenuta per P & C Re
L’utile netto 2013 della divisione riassicurativa Property & Causalty è cresciuto di oltre il 10% a 3,3 miliardi di dollari nel 2013 (contro i poco meno di 3 miliardi del 2012). Il risultato è dovuto alla combinazione di un solido risultato tecnico unito allo sviluppo favorevole delle riserve, al minore impatto delle catastrofi naturali e ad una serie di benefici fiscali straordinari. Il combined ratio del segmento si è attestato all’83,3%, in crescita rispetto al dato di 80,7% del 2012. Ottimi riscontri anche dalla raccolta netta, cresciuta del 17,9% a 14,5 miliardi di dollari.

Utile in calo per il segmento Life & Health Re
La divisione riassicurativa Life & Health ha presentato un utile netto in calo a 356 milioni di dollari (nel 2012 era stato di 739 milioni), dovuto principalmente al rafforzamento delle riserve in Australia. La raccolta premi ha invece portato risultati in crescita del 9,9% a 10 miliardi di dollari (contro i 9,1 miliardi del 2012).

Balzo in avanti per l’utile netto delle divisioni Corporate Solutions e Admin Re
Forte crescita dell’utile netto per la divisione Corporate Solutions, che ha conseguito un risultato netto di 279 milioni di dollari, il 42,3% in più rispetto all’utile netto 2012 (pari a 196 milioni). In deciso progresso anche la raccolta netta – salita di quasi il 28% a 2,9 miliardi di dollari – e miglioramento anche per il combined ratio (95,1% contro 96,2%).

Per quanto riguarda invece Admin Re, anche qui si è verificato un deciso incremento dell’utile netto, passato dai 183 milioni del 2012 ai 423 milioni di dollari del 2013; è invece risultato in calo il dato relativo alla raccolta netta (1,33 miliardi di dollari contro 1,705 miliardi del 2012).

David Cole nominato nuovo CFO del Gruppo
Oltre alla presentazione dei risultati per l’esercizio 2013, Swiss Re ha anche annunciato la nomina di David Cole – attuale Chief Risk Officer (CRO) del Gruppo – a nuovo direttore finanziario (CFO) in sostituzione di George Quinn, che andrà a ricoprire la stessa carica per il gruppo Zurich. La nuova nomina avrà efficacia a partire dal prossimo 1° maggio. Cole è entrato in Swiss Re nel novembre 2010 ed è diventato CRO di gruppo nel marzo 2011. In precedenza, aveva ricoperto l’incarico di CFO e CRO per il gruppo bancario olandese ABN Amro Holding.

Il cda di Swiss Re ha anche indicato Susan L. Wagner quale nuovo componente del board. L’ingresso di Wagner – che proviene da BlackRock – sarà ratificato dall’assemblea generale del prossimo 11 aprile.

Intermedia Channel

Related posts

Top