Swiss Re, utile e premi in progresso nel 2018

Christian Mumenthaler Imc

Christian Mumenthaler Imc

Il gruppo riassicurativo elvetico ha chiuso l’esercizio con un utile netto di 421 milioni di dollari, in crescita rispetto ai 331 milioni dell’esercizio 2017. Premi lordi contablizzati in aumento a 36,4 miliardi di dollari (da 34,8 miliardi). Nel corso dell’esercizio il Gruppo ha assorbito 3 miliardi di dollari da sinistri di grande entità e 599 milioni di impatto sui conti derivante da una serie di modifiche contabili. Il CdA proporrà la distribuzione di un dividendo in aumento a 5,60 franchi svizzeri per azione (dai 5 franchi dell’esercizio 2017) ed intende lancira un nuovo piano di riacquisto azionario

Swiss Re ha presentato questa mattina i risultati dell’esercizio 2018, chiuso con un utile netto di 421 milioni di dollari, in aumento rispetto ai 331 milioni del 2017. Sui conti dell’esercizio pesano circa tre miliardi di dollari stimati in perdite assicurate su larga scala, aspetto che ha influenzato significativamente l’andamento del comparto riassicurativo Danni (P&C) e della divisione Corporate Solutions. L’utile netto di Gruppo ha inoltre risentito dell’impatto, pari a 599 milioni di dollari, derivanti da una serie di modifiche contabili. I premi lordi contabilizzati hanno mostrato uno sviluppo, passando dai 34,8 miliardi di dollari dell’esercizio 2017 ai 36,4 miliardi di fine dicembre 2018.

Per quanto riguarda i risultati delle divisioni operative, la riassicurazione Danni ha chiuso con premi stabili a 16,5 mliardi di dollari, un utile di 370 milioni (contro una perdita netta per 413 milioni nel 2017) ed un combined ratio, seppur ancora sopra quota 100%, in miglioramento di 7,5 p.p. a 104%. I premi della divisione riassicurativa Vita sono invece cresciuti del 9,1% a 14,5 miliardi di dollari, mentre l’utile netto è sceso da 1,1 miliardi a 761 milioni di dollari.

Corporate Solutions ha chiuso l’esercizio con quasi 4,7 miliardi di dollari di premi (+13,6%) ed una perdita netta di 405 milioni di dollari, conseguente all’impatto dei fenomeni catastrofali su larga scala. La divisione ha tuttavia recuperato rispetto al complicato esercizio 2017 (chiuso con 741 milioni di dollari di perdita netta) ed ha registrato un sensibile miglioramento del combined ratio (quasi 16 p.p., a 117,5%). Life Capital, infine, ha registrato premi in aumento a 2,74 miliardi di dollari ed un utile netto in discesa a 23 milioni (contro i 161 milioni di fine 2017).

Il CEO di Swiss Re, Christian Mumenthaler (nella foto), ha mostrato ottimismo sul futuro societario, analizzando quanto avvenuto nel corso del 2018 e ribadendo sia quanto gli eventi catastrofali su larga scala abbiano avuto un significativo impatto sui conti per il secondo anno consecutivo (Mumenthaler non ha esitato nel definire deludenti i risultati della divisione Corporate Solutions), sia come la forza finanziaria del Gruppo abbia permesso di assistere in modo puntuale i clienti durante questo difficile periodo.

In considerazione della posizione patrimoniale decisamente solida, il Board proporrà alla prossima Assemblea generale annuale la distribuzione di un dividendo in aumento a 5,60 franchi svizzeri per azione (contro i 5 franchi dell’esercizio 2017) ed intende inoltre chiedere l’autorizzazione per un nuovo piano di riacquisto azionario fino ad un miliardo di franchi.

Intermedia Channel


Swiss Re – Presentazione risultati 2018 (in inglese)

Related posts

Top