Tag Archives: banca dati testimoni

Konsumer Italia (2)

Konsumer Italia: Frodi Rc Auto, bene il lavoro di Ivass ma serve il contributo delle compagnie

Konsumer Italia: Frodi Rc Auto, bene il lavoro di Ivass ma serve il contributo delle compagnie

Il presidente Fabrizio Premuti: “Se le imprese non alimentano le banche dati, gli strumenti sono inutili” In una nota pubblicata sul proprio sito istituzionale, Konsumer Italia ha espresso soddisfazione per l’avanzamento dei lavori Ivass sui nuovi strumenti di contrasto delle frodi Rc Auto, presentato durante il workshop dedicato dello scorso 21 novembre. L’Istituto di Vigilanza,

Il pacchetto Rc auto scompare durante l’iter parlamentare

Marcia indietro alla Camera È rimasta nel titolo del provvedimento, ma è la grande assente: la «riduzione dei premi Rc auto» era una delle parti di maggior impatto popolare e mediatico del decreto legge Destinazione Italia, ma è stata stralciata (cancellando l’articolo 8) in commissione Finanze della Camera (nella foto) perché conteneva misure tanto contestate

Rc auto, sui testimoni si cela il rischio dell’incostituzionalità già nella denuncia

È stato pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” del 23 dicembre 2013 n. 300 il decreto legge 23 dicembre 2013 n. 145 «Interventi urgenti di avvio del piano “Destinazione Italia”, per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi Rc-auto, per l’internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonché misure per

Rc Auto - Tariffe (4) Imc

Le tariffe Rc caleranno

L’introduzione di scatole nere e carrozzerie convenzionate farà calare i prezzi delle salatissime polizze Auto italiane, promette il sottosegretario Vicari. Grazie anche alla concorrenza tra compagnie Assicurazioni, agenti e consumatori. Sono stati chiamati tutti intorno a un tavolo per tentare di risolvere un annoso problema tutto italiano: quello delle tariffe Rc Auto più care d’Europa.

Destinazione Italia Rettangolare

Rc auto, decreto in Gazzetta: stravincono le Assicurazioni

Il decreto Destinazione Italia è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Come volevano le Compagnie E alla fine, stravincono le Assicurazioni. Il decreto Destinazione Italia, che rivoluziona il settore Rc auto, appena pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (le disposizioni in materia Rc auto sono contenute nell’art. 8 – ndIMC), contiene numerose norme che da anni l’Ania (l’Associazione

DESTINAZIONE ITALIA: IL DETTAGLIO DELLE MISURE RC AUTO

Confermate praticamente tutte le disposizioni inserite nella bozza al provvedimento. Introdotti sconti per installazione scatola nera (7%), risarcimento in forma specifica (5%, che passa al 10% nelle zone più “a rischio frode”), mancata cessione del credito (4%) e medici “convenzionati” (7%). Vengono disposti ulteriori obblighi di informazione e trasparenza in campo alle compagnie; stretta sui

Assicurazioni, beffa per i consumatori: Meno incidenti ma rc auto più cara

A causa della stretta sui consumi gli italiani usano meno l’auto e così i sinistri sono ai minimi da venti anni. Ma le compagnie non abbassano le polizze e festeggiano bilanci sempre più ricchi Portafoglio vuoto, benzina alle stelle e macchina chiusa in garage. Quella che molti italiani vivono come una situazione da incubo per

Top