Tag Archives: beneficiari

Polizze dormienti - Sveglia Imc

IVASS, a fine maggio 2018 “risvegliate” polizze per 3,5 miliardi di Euro

IVASS, a fine maggio 2018 “risvegliate” polizze per 3,5 miliardi di Euro

Nuovo aggiornamento IVASS dell’indagine sul fenomeno delle polizze Vita dormienti, lanciata a febbraio dello scorso anno. Le prime indicazioni dell’indagine, ad agosto 2017, avevano fatto emergere un esteso fenomeno di polizze potenzialmente “dormienti”; erano infatti circa quattro milioni le polizze Vita (scadute negli ultimi cinque anni) per le quali le imprese non disponevano degli elementi

Testamento - Successione Imc

Successioni e polizze assicurative

(di Giovanna Molteni – Studio Cataldi) I beneficiari designati per il caso morte e l’acquisto del diritto iure proprio Le polizze assicurative non rientrano nell’asse ereditario. Lo si evince dall’articolo 1920 del Codice Civile che, nel disciplinare l’assicurazione a favore di un terzo, stabilisce che, per effetto della designazione, il terzo acquista un diritto proprio ai vantaggi dell’assicurazione.

Polizze dormienti (3) Imc

Polizze dormienti, nuova iniziativa dell’IVASS a tutela dei consumatori

Grazie alla collaborazione dell’Agenzia delle Entrate, l’IVASS potrà effettuare l’incrocio tra i codici fiscali degli assicurati delle polizze vita “dormienti” con l’Anagrafe Tributaria, al solo fine di verificare l’eventuale decesso degli assicurati e la relativa data. Ciò a seguito dell’indagine sulle polizze dormienti svolta nel 2017 da parte dell’Istituto. L’IVASS restituirà i dati “incrociati” alle imprese

Polizze dormienti - Sveglia Imc

Polizze Vita dormienti, IVASS chiede alle imprese un piano d’azione a tutela dei clienti

Proseguono le iniziative dell’IVASS a tutela dei consumatori per la riduzione del fenomeno delle polizze Vita dormienti. Con una lettera al mercato dello scorso 29 dicembre, l’Istituto ha infatti suggerito alle imprese alcune linee d’azione per migliorare i processi di verifica dei decessi e per l’identificazione dei beneficiari delle polizze Vita e chiesto di adottare,

Polizze dormienti (3) Imc

Polizze Vita dormienti, lettera al mercato IVASS con ulteriori richieste dati alle imprese

L’Istituto chiede alle compagnie i codici fiscali degli assicurati per verificare i decessi con l’Agenzia delle Entrate e collegarli eventualmente alle polizze Vita dormienti A seguito dell’indagine sulle polizze Vita dormienti – “e in attesa della auspicata modifica legislativa” che consenta alle imprese di assicurazione di accedere alla istituenda ANPR (Anagrafe Nazionale Popolazione Residente) – l’IVASS

Assicurazioni - Donazioni (2) Imc

AON presenta Donazione Sicura Quote

Nuovo prodotto assicurativo per la compravendita di quote societarie provenienti da donazioni AON, gruppo operante nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa, “forte dell’esperienza maturata” negli ultimi tre anni nel comparto real estate con il supporto di Titolo Sicuro (Agenzia Lloyd’s Correspondent specializzata nei rischi in ambito immobiliare) , ha ampliato l’offerta

Polizze dormienti (3) Imc

Indagine IVASS, le potenziali polizze dormienti sono circa quattro milioni

Al fine di indagare maggiormente il fenomeno delle polizze dormienti, l’IVASS ha lanciato nello scorso mese di febbraio un’indagine, rivolta alle 52 imprese italiane che esercitano il ramo Vita, tesa a rilevare i primi dati sulla ampiezza del fenomeno, in termini di numero di polizze “dormienti” e di somme assicurate, valutati su una porzione di

Polizze dormienti (3) Imc

Polizze dormienti, le due strade IVASS per verificare se un familiare deceduto avesse stipulato polizze Vita

L’indagine sulle polizze Vita dormienti svolta dall’IVASS ha fatto emergere quattro milioni di polizze per le quali le imprese non sanno se l’assicurato è vivo o è deceduto. Molto spesso, i beneficiari non si fanno avanti perché non sanno di esserlo. Di questo aspetto si è occupato anche il presidente dell’Istituto, Salvatore Rossi, nelle sue

Contratto assicurativo - Risarcimento Danni Imc

I contratti previdenziali in valuta: Nel bunker della polizza vita ma attenzione ai costi elevati

(di Ennio Montagnani – Il Giornale Mia Economia) Denaro protetto dal pericolo di una svalutazione e capitale assicurato. Le spese possono superare il 5% Una soluzione che permette di impiegare un capitale in valuta estera con uno scudo fiscale garantito dal codice civile è la polizza vita. Si tratta di una soluzione che, a fronte

Pensioni - Domande Imc

Se il lavoratore muore prima della pensione…

(di Alessandro Bugli – Il Punto Pensioni&Lavoro) …il fondo di previdenza complementare non restituisce nulla! Calma! Non correte ai ripari, prima leggete. Si tratta evidentemente di una BUGIA, utile solo ad attirare la vostra attenzione. Si riapre così un ciclo sulle false informazioni e luoghi comuni registrati in tema di previdenza complementare; bugie che potrebbero

Top