Tag Archives: crescita mondiale

Italia - Vittoria Imc

Analisi Euler Hermes, nel 2019 l’export del Made in Italy crescerà di 23 miliardi di Euro

Analisi Euler Hermes, nel 2019 l’export del Made in Italy crescerà di 23 miliardi di Euro

Secondo quanto emerge dal report della società del gruppo Allianz, specializzata nell’assicurazione crediti, nelle cauzioni, garanzie e recupero crediti, nel 2019 lo slancio degli scambi è destinato a decelerare leggermente la sua dinamica positiva (da +3,8% del 2018 a +3,6%), in linea con l’indebolimento della crescita globale, a causa della stretta finanziaria e delle incertezze

Previsioni - Prospettive - Macroeconomia - Economia Imc

Conferenza Rischio Paese 2018 Coface, quadro tendenzialmente positivo per l’economia mondiale

In occasione della conferenza annuale dedicata al rischio Paese e settoriale, il gruppo specializzato nell’assicurazione credito condivide con le imprese la sua visione delle maggiori tendenze 2018 dell’economia mondiale. Secondo Coface, la ripresa dovrebbe proseguire (nel 2018 si dovrebbe andare verso il massimo della crescita globale), ma bisogna prestare attenzione ai rischi di surriscaldamento Attraverso la

Europa - Informazioni - Interscambio Imc

Coface: Rischio paese e settoriale, l’Europa rimane la grande vincitrice della ripresa economica mondiale

Secondo la periodica revisione delle valutazioni Paese e settoriali effettuata da Coface, gruppo operante su scala mondiale nell’asssicurazione dei crediti, anche se la crescita mondiale non è ancora ai massimi livelli (2,9% nel 2017 e nel 2018), la ripresa è innegabile. In questo trimestre quasi tutte le valutazioni Paese e settoriali sono state riviste al

Mappamondo - Rischi globali Imc

Coface, rischi settoriali mondiali in equilibrio precario

Nella periodica revisione delle valutazioni settoriali, il gruppo francese, tra i leader mondiali nell’assicurazione dei crediti, ha osservato differenti dinamiche nelle sei macroregioni monitorate. Quattro settori declassati in Nord America: distribuzione, tessile-abbigliamento, trasporti e carta-legno. Un settore declassato in Europa occidentale: l’agroalimentare. Due declassamenti in Europa centrale: costruzioni e tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC),

Top