Tag Archives: infortunio sul lavoro

Sentenza - Giurisprudenza Imc

Infortunio con responsabilità differenziata

Infortunio con responsabilità differenziata

(di Massimiliano Biolchini e Giulia Spalazzi – Quotidiano del Lavoro) In caso di infortunio sul lavoro in regime di appalto, il datore di lavoro deve provare di aver fatto tutto quanto per evitarlo, mentre nei confronti del committente c’è solo una responsabilità extracontrattuale. Con la sentenza 144/2017 del 16 febbraio, il tribunale di Bergamo ha

Sicurezza sul lavoro - Sentenza Imc

In caso d’infortunio oneri probatori a carico del datore di lavoro

(di Mauro Pizzin – Il Sole 24 Ore) In caso d’infortunio è a carico del datore di lavoro l’onere di provare in contraddittorio di avere adottato nell’esercizio dell’attività d’impresa tutte le misure che, avuto riguardo alla particolarità del lavoro in concreto svolto dai dipendenti, fossero necessarie a tutelare l’integrità psico-fisica di questi ultimi. Il contenzioso

Cassazione - Esterno (2) Imc

Infortuni, il datore è sempre in colpa se viene meno l’autoresponsabilità del dipendente

(di Giampaolo Piagnerelli – Quotidiano del Diritto) Il datore è sempre (o quasi) responsabile di quello che succede sul posto di lavoro. Il tutto a prescindere dalla sua volontà. Sembra essere questo il principio espresso dalla Cassazione con la sentenza n. 6033/2017. La Corte, infatti, ha riconosciuto la piena responsabilità del titolare di un’officina per

Corte Cassazione (3) Imc

Committente responsabile per l’infortunio dell’appaltatore

(di Luigi Caiazza – Quotidiano del Diritto) L’onere di provare di aver adempiuto l’obbligo di sicurezza in materia di lavoro (compreso quello formativo e quello informativo), ossia dimostrare di aver adottato tutte le cautele necessarie a impedire l’evento dannoso e di aver vigilato circa l’effettivo uso delle misure di sicurezza, grava sull’imprenditore e non sul

Sicurezza sul lavoro - Sentenza Imc

Sicurezza sul lavoro, sugli infortuni non c’è responsabilità oggettiva

(di Luigi Caiazza – Quotidiano del Lavoro) Si risponde solo per violazione di obblighi: per la Cassazione il datore di lavoro può essere coinvolto quando l’evento dipenda da negligenza, imprudenza, imperizia o inosservanze normative In caso d’infortunio, la responsabilità civile del datore di lavoro ai sensi dell’articolo 2087 del codice civile in tanto può essere

Cassazione - Esterno (2) Imc

Danno biologico, l’indennizzo Inail non valutabile con i criteri ordinari

(di Mauro Pizzin – Quotidiano del Lavoro) La liquidazione degli indennizzi operata dall’Inail non si effettua secondo i criteri ordinari, ma in base ai parametri, alle tabelle e alle regole proprie stabilite dal sistema assicurativo e per conseguire i fini suoi propri in conformità all’articolo 38 della Costituzione. Il chiarimento arriva dalla Cassazione, che con

Cassazione - Esterno (2) Imc

Infortunio in itinere, nesso eziologico anche ad un anno di distanza

(di Francesco Machina Grifeo – Quotidiano del Diritto) Negli infortuni sul lavoro va accolta una nozione ampia di rapporto causale fra evento e danno. È sufficiente infatti che vi sia un collegamento – anche se «indiretto» o «remoto» – con l’impiego per far scattare l’obbligo assicurativo. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sentenza 12121/2015,

Infortuni (2) Imc

Infortuni, risarcimenti estesi

(Autore: Daniele Cirioli – ItaliaOggi Sette) Il nuovo orientamento dell’Inail in merito ai casi di incidenti sul lavoro in itinere. Sì alla tutela assicurativa in caso di tragitto interrotto Infortunio in itinere a maglie più larghe. Se il tragitto casa-lavoro è interrotto oppure deviato per necessità familiare di dover portare un figlio a scuola, la

Inail Imc

Inail, prescrizione breve per la richiesta dell’indennità

(Autore: Francesco Machina Grifeo – Quotidiano del Diritto) Maglie strette per la prescrizione nella cause di lavoro contro l’Inail. La Sezione lavoro della Corte di cassazione, sentenza 211/2015, prende posizione in seno ad un contrasto giurisprudenziale chiarendo che la mancata risposta dell’Istituto all’istanza dell’assicurato nei 150 giorni previsti dalla legge determina un «silenzio significativo» che

Cassazione - Esterno Imc

Se l’appalto è parziale il committente risponde dell’infortunio del terzo

(Autore: Francesco Machina Grifeo – Quotidiano del Diritto) «Il contratto di appalto non solleva da precise dirette responsabilità il committente allorché lo stesso assuma una partecipazione attiva nella conduzione e realizzazione dell’opera, in quanto, in tal caso, rimane destinatario degli obblighi assunti dall’appaltatore, compreso quello di controllare direttamente le condizioni di sicurezza dei cantiere». Lo

Top