Tag Archives: norme antinfortunistiche

Sicurezza sul lavoro - Sentenza Imc

In caso d’infortunio oneri probatori a carico del datore di lavoro

In caso d’infortunio oneri probatori a carico del datore di lavoro

(di Mauro Pizzin – Il Sole 24 Ore) In caso d’infortunio è a carico del datore di lavoro l’onere di provare in contraddittorio di avere adottato nell’esercizio dell’attività d’impresa tutte le misure che, avuto riguardo alla particolarità del lavoro in concreto svolto dai dipendenti, fossero necessarie a tutelare l’integrità psico-fisica di questi ultimi. Il contenzioso

Sicurezza sul lavoro - Sentenza Imc

Appaltatore «interventista» responsabile della sicurezza

(di Giulio Benedetti – Il Sole 24 Ore) In caso di subappalto Se l’appaltatore si «intromette» nei lavori subappaltati rimane responsabile delle norme antinfortunistiche. Su questo aspetto è recentemente intervenuta la Cassazione con la sentenza 37229/2016 (sezione III), che richiama la precedente (50996/2013) per la quale: «In tema di prevenzione degli infortuni, l’appaltatore che procede

Corte Cassazione (3) Imc

Infortuni, il concorso di colpa non scagiona l’impresa

(di Luigi Caiazza – Quotidiano del Lavoro) L’imprenditore è integralmente responsabile dell’infortunio che sia conseguenza dell’inosservanza delle norme infortunistiche. La violazione dell’obbligo di sicurezza integra l’unico fattore causale dell’evento, non rilevando il concorso di colpa del lavoratore, atteso che il datore di lavoro è tenuto a proteggerne l’incolumità nonostante la sua imprudenza e negligenza. È

Giudice - Sentenza Imc

La scala fuori regola condanna il datore

(Autori: Luigi Caiazza e Roberto Caiazza – Quotidiano del Diritto) Responsabilità esclusa solo in caso di comportamento anomalo o imprevedibile da parte del lavoratore La condotta imprudente e avventata del lavoratore infortunato non integra un comportamento anomalo od imprevedibile, ragion per cui il datore è tenuto, comunque, a scongiurare l’infortunio. È tale, in sintesi, la

Cassazione - Esterno Imc

Sicurezza, la responsabilità del somministratore va provata caso per caso

(Autore: Giampiero Falasca – Il Sole 24 Ore) Per la Cassazione da valutare il ruolo effettivo dei vertici e le clausole contrattuali sugli obblighi La responsabilità del personale direttivo di un’agenzia per il lavoro, in caso di infortunio del lavoratore somministrato, deve essere verificata caso per caso, tenendo conto non solo del nesso di causalità

Per l’idoneità della ditta verifiche sulla sicurezza lavoro

La verifica delle capacità tecnico professionali dell’impresa appaltatrice non può essere limitata alle competenze tecniche, ma si deve estendere anche all’osservanza delle norme antinfortunistiche. Il principio è stato espresso dalla Cassazione con la sentenza 36268 depositata ieri. La sentenza scaturisce dalla condanna di un appaltatore e dal responsabile delegato alla sicurezza della ditta committente per

Top