Tag Archives: organismo vigilanza

Wide Group 2018

Wide Group, approvato il nuovo modello di organizzazione e gestione societaria

Wide Group, approvato il nuovo modello di organizzazione e gestione societaria

Wide Group, società di brokeraggio assicurativo, ha approvato nelle scorse settimane il proprio modello di organizzazione e gestione societaria ai sensi del Dlgs 231/01. L’adozione del modello – si legge in una nota – “consentirà una più incisiva strutturazione e supervisione delle procedure aziendali volte a prevenire ed evitare comportamenti illeciti”. Una rotta che la società “ha deciso

Assicurazioni - Analisi bilancio (2) Imc

ORIA, aggiornato lo schema del DPR istitutivo

Lo schema di regolamento del nuovo organismo di vigilanza degli intermediari mantiene l’impostazione di tre distinte sezioni (corrispondenti alle attuali sezioni A, B e D del RUI). Gli iscritti in sezione E saranno qualificati come “addetti all’intermediazione” e, per svolgere attività al di fuori dei locali dell’intermediario (o dell’impresa), verranno iscritti all’interno della posizione dell’intermediario

Aldo Minucci (9) Imc

Ania: graduare i costi di Solvency II

(di Celestina Dominelli – Il Sole 24 Ore) Il presidente Minucci: il trattamento fiscale non penalizzi i prestiti alle Pmi. Nel 2014 metà investimenti in titoli di Stato. Al finanziamento delle imprese 12 miliardi Dietro l’angolo c’è l’appuntamento con Solvency II che il comparto sta preparando. Ma l’innovazione tecnologica e l’ingresso di nuovi competitor hanno

Carlo Marietti HP Imc

AIBA a convegno: nuove regolamentazioni e costi della vigilanza

(Autore: Ennio Montagnani – Il Giornale) A Roma il 26 marzo. Marietti Andreani: «Intercettate dai broker le esigenze di Pmi, Pa e professionisti» Dopo un lungo periodo di immobilismo il settore assicurativo è stato travolto, negli ultimi anni, da un sovraccarico di leggi, norme, regolamenti, sia a livello nazionale sia europeo. Cambiamenti che non sono

Carlo Marietti HP Imc

Con il nuovo Governo, Aiba: «Più sgravi alle Pmi che si assicurano»

I broker vogliono partecipare alla nascita della nuova Authority Oltre alle richieste già fatte in più occasioni sui provvedimenti necessari nell’Rc Auto, i broker si fanno portavoce per una presa di coscienza da parte della politica del problema, tutto italiano, della scarsa diffusione delle polizze, in particolare di quelle danni. «Sulla sottoassicurazione di imprese e

Top