Tag Archives: Partito Democratico

Auto - Traffico (6) Imc

Rc auto, colpita la «Tariffa Italia»

Rc auto, colpita la «Tariffa Italia»

(di Marco Esposito – Il Mattino) Al Senato il Pd si rimangia lo sconto per i virtuosi introdotto dalla Camera Napoli e Caserta sono i posti dove si verificano meno sinistri auto: la notizia può sorprendere, ma ad affermarlo non è Il Mattino bensì l’istituto ufficiale Ivass. Napoli e Caserta sono anche i posti dove

Rc auto, Manfredi (Pd): “Le obiezioni dell’Ania non sono supportate”

Il democrat: “La proposta di legge andrà avanti perché porta vantaggi” “Mi risulta che è intenzione del comitato promotore di andare avanti in maniera spedita, perché non c’è alcuna osservazione di tipo tecnico sulla validità della proposta”. Lo ha dichiarato al Velino Massimiliano Manfredi, deputato Pd commentando le obiezioni sollevate dall’Ania in merito alla proposta

Rc Auto Napoli, Scontro Comune-Ania: «I soldi per le buche? Paghino le assicurazioni»

Guerra aperta tra le istituzioni napoletane e l’associazione delle imprese assicurative. Oggetto della disputa, la legge di iniziativa popolare presentata la settimana scorsa da un gruppo di parlamentari campani del Pd, con l’appoggio del Comune di Napoli e delle associazioni dei consumatori. L’assessore Panini: «Troppe buche? Ci facciano un prestito». Il Pd: compagnie nervose È

NETWORK ASSICURATORI PD: IL PASTICCIO AMPIAMENTE ANNUNCIATO SULLA RCA

Le vicende relative allo stralcio dell’articolo 8 dal Dl Destinazione Italia ampliano le distanze tra le diverse identità del Partito Democratico. In un duro comunicato diffuso ieri sera, il Network Lombardo Assicuratori Democratici chiama direttamente in causa sia il sottosegretario Simona Vicari che, soprattutto, il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, da tempo nel mirino

Costi standard per le riparazioni come per la sanità. Li propone il Pd. Ma poi chi controlla?

I costi di riparazione dei veicoli incidentati come quelli della sanità: troppo alti per essere ancora sostenibili dalla disastrata economia italiana. E da tagliare fissando appositi standard. Questo è il principio di un emendamento del Pd al decreto legge Destinazione Italia per trovare un compromesso su uno dei punti più delicati del provvedimento: l’obbligo di

Elezioni Politiche 2013

Come fermare il declino dell’auto secondo Bersani, Berlusconi, Monti, Giannino e Ingroia

Imu, tasse, imprese, lavoro, Monte dei Paschi e ora Finmeccanica. Si sta giocando intorno a questi temi la campagna elettorale per la corsa a Palazzo Chigi. Un settore però attende risposte dalla politica, quello dell’automobile. Cosa propongono i vari schieramenti per il settore dell’auto? Omniauto.it, magazine dell’automobile, ha provato a rispondere a questa domanda. Partito Democratico Nel

Assicurazioni - Reclami - Generico (2) Imc

LIROSI (PD): DAL 13 FEBBRAIO SARA’ POSSIBILE RICHIEDERE IL RIMBORSO DELLE POLIZZE DORMIENTI

Antonio Lirosi (nella foto), responsabile Consumatori e Commercio del Partito Democratico, informa che “dopo il reperimento delle risorse, grazie ai Fondi MISE provenienti dalle sanzioni antitrust si chiude un altro tassello di giustizia sull’annosa questione delle polizze dormienti“. “Con l’odierna e attesa pubblicazione – continua l’esponente PD – del bando da parte di Consap e

Andrea Cozzolino HP Imc

RCA alle stelle: il Partito democratico vuole la tariffa unica

Il Pd torna alla carica con una proposta sulla RCA: il prezzo unico Tariffe RCA che rincarano in continuazione, come ha appena evidenziato l’Ivass (vigila sulle Assicurazioni): quali soluzioni? Il Partito democratico torna alla carica con la proposta sulla tariffa unica. Ossia senza differenze fra chi abita al Nord (e oggi paga solitamente di meno)

LIROSI (PD): “CON NOSTRA MODIFICA BONUS MALUS PIU’ CREDIBILE”

Per l’esponente del Partito Democratico siamo di fronte a una mezza rivoluzione del settore dell’Rc auto. «L’emendamento 34.0.6 presentato dai senatori del Pd, approvato dalla Commissione Industria, rappresenta una mezza rivoluzione del campo della Rc auto. Potrebbe ridare credibilità  alla formula del bonus malus che fino a oggi si è rilevata sempre beffarda per gli

Top