Tag Archives: Pd

Rc Auto - Tariffe (9) Imc

Rc auto, sui virtuosi si arrendono anche i dem

Rc auto, sui virtuosi si arrendono anche i dem

(di Marco Esposito – Il Mattino) I deputati campani del Pd non votano l’emendamento per ripristinare la tariffa unica Alla fine anche il Pd campano alza bandiera bianca. E fa una clamorosa retromarcia sulla tariffa Rc auto per i virtuosi. Ieri, nel voto decisivo alla Camera sulla tariffa Rc auto per gli automobilisti corretti, tutti

Laura Puppato (2) (Foto Gianluca Panella) Imc

Puppato (PD): Ddl concorrenza ambizioso, ma ora modifica sulle assicurazioni danni

“Oggi (ieri, mercoledì 3 maggio, ndIMC) approviamo un disegno di legge ambizioso, che riforma tanti settori. Segnalo due lacune, che sarebbe stato necessario colmare modificando il testo nell’Aula del Senato, con l’approvazione degli emendamenti che avevamo presentato. Così non è stato e ora confido nell’impegno assunto dal governo nel passaggio del provvedimento alla Camera”. È

Rc auto - Tariffe Imc

RC AUTO, IL COMITATO “DALLE PROTESTE ALLE PROPOSTE” INCONTRA I PARLAMENTARI ELETTI IN CAMPANIA – NAPOLI, 15 LUGLIO

Si terrà il prossimo 15 luglio a Napoli – presso UNA Hotel Napoli, Piazza Garibaldi 9/10, a partire dalle ore 17.00 – l’incontro con i parlamentari di tutte le forze politiche eletti in Campania organizzato dal Comitato “Rc Auto, dalle proteste alle proposte” e da Federconsumatori Campania. Ai parlamentari campani verrà chiesto il sostegno alla mozione,

Camera dei Deputati aula Imc

Rc auto: Ok della Camera a mozioni Pd, Pdl e Sc su danno biologico

Sospendere varo tabella. Prima confronto in Parlamento Sospendere l’iter di approvazione del Dpr con le tabelle sul danno biologico, dando spazio a un “rapido” confronto nelle Commissioni parlamentari ed eventualmente un’indagine conoscitiva. E’ l’impegno previsto dalle mozioni presentate da Pd e Pdl approvate oggi dall’Aula della Camera con il parere favorevole del Governo, rappresentato dal

Assicurazioni - Reclami - Generico (2) Imc

Si farà la riforma delle assicurazioni?

Ora che le elezioni politiche 2013 sono state archiviate è tempo di interrogarsi circa le reali possibilità che una riforma in ambito assicurativo venga fatta a breve, e in cosa eventualmente potrebbe consistere visto il peso assunto dai vari schieramenti nel nuovo assetto politico. I numeri per la riforma ci sono, bisogna mettersi d’accordo su

COLLABORAZIONE FRA INTERMEDIARI: QUALCOSA SI MUOVE

Il Governo ha accolto l’emendamento presentato dalla senatrice Anna Rita Fioroni. Adesso si attendono delle iniziative. In attesa di capire come sarà organizzato, fra un paio di anni, il Registro unico degli intermediari, qualcosa si muove in termini di collaborazione tra tutti gli iscritti al registro. L’ordine del giorno presentato dalla senatrice Anna Rita Fioroni (Pd),

COLLABORAZIONE FRA AGENTI: FIORONI (PD) PRESENTA UN EMENDAMENTO

Per la senatrice rappresenta «l’alternativa all’obbligo di plurimandato».   «La collaborazione tra i soggetti iscritti nella medesima sezione del Registro unico degli intermediari assicurativi è un passaggio importante per dare attuazione alla norma già approvata nel decreto liberalizzazioni di gennaio e che, attualmente, però, non trova un reale riscontro pratico». Lo ha affermato la senatrice

LIBERALIZZAZIONI: LIROSI (PD) SODDISFATTO PER LE PRIME MODIFICHE

Il responsabile consumatori del Partito Democratico fa il punto sulla discussione in Senato. Ecco le novità per banche e assicurazioni.   «Guardiamo con particolare soddisfazione ai primi risultati  ottenuti dalla commissione Industria del Senato e per il sostanziale accoglimento nei testi degli emendamenti riformulati dai relatori di alcune delle proposte prioritarie presentate dal Pd». È

LIBERALIZZAZIONI: UNAPASS PLAUDE LE MODIFICHE PRESENTATE DAI PARTITI IN SENATO

Il sindacato si esprime positivamente sull’operato in particolare del Partito Democratico.   L’Unapass, l’Unione nazionale agenti professionisti di assicurazione, socio aggregato di Confindustria, esprime «soddisfazione per le prime posizioni ufficiali che i singoli partiti stanno manifestando in merito alle possibili modifiche del Decreto sulle liberalizzazioni, specificatamente per il settore delle assicurazioni». Il sindacato evidenzia in

Top