Tag Archives: privatizzazione

Matteo Del Fante Imc

Poste al riassetto delle prime linee

Poste al riassetto delle prime linee

(di Laura Serafini – Il Sole 24 Ore) Headhunters già al lavoro per individuare il profilo del nuovo direttore finanziario in sostituzione di Ferraris. La controllata Poste Vita al rinnovo delle nomine di presidente, ceo e cfo. Sullo sfondo resta la privatizzazione della seconda tranche di Poste: si allontana il collocamento sul mercato del 30%

Matteo Del Fante Imc

Poste cambia tutta la squadra

(di Anna Messia – Milano Finanza) Il prossimo ad Del Fante dovrà trovare un nuovo cfo e anche l’ad di Poste Vita. L’arrivo di Farina alla presidenza libera la poltrona del capo delle assicurazioni e con l’uscita di Di Russo serve anche un responsabile finanza. Ma per gli analisti sarà difficile sostituire Caio Non è

Professionisti (2) Imc

Casse professionali: La scelta dell’autonomia, un’intuizione vincente

(di Alberto Brambilla, presidente Centro studi e ricerche Itinerari Previdenziali – Il Sole 24 Ore) In venti anni di esercizio in forma privatizzata il patrimonio è cresciuto e si è vista una rilevante capacità di innovazione Il decreto di privatizzazione degli Enti previdenziali sostitutivi dell’Ago (Assicurazione generale obbligatoria) a cui facevano riferimento soprattutto i liberi

SACE 2017

Sace non va in Borsa, nasce la Casa dell’export

(Fonte: CorrierEconomia) E’ una perdita d’incasso da circa due miliardi e mezzo per il Tesoro, la mancata privatizzazione di Sace. Tanto varrebbe infatti il 40% secondo le stime delle banche che valutarono l’azienda 6 miliardi quando fu ceduta alla Cassa depositi e prestiti, attuale azionista. Deve valerne la pena. L’obiettivo è costruire «la Casa dell’export»,

Alessandro Castellano (2) Imc

Sace, le nuove ambizioni di Castellano

(di Adriano Bonafede – Repubblica Affari & Finanza) Nel piano industriale della Cdp potrebbe tornare la possibilità di creare una “EximBank” mentre la controllata Sace Bt è stata ricapitalizzata per rilanciare il business dei crediti commerciali. Le contraddizioni Alessandro Castellano (nella foto) adesso ci crede. L’attivo amministratore delegato di Sace, che soltanto qualche mese fa

Maria Bianca Farina Imc

Maria Bianca Farina, ad di Poste Vita, in pole position per il vertice Ania

(di Adriano Bonafede – Repubblica Affari & Finanza) La “Signora delle Polizze” è a capo della compagnia del Gruppo guidato da Francesco Caio che è il vero motore della sua redditività. Dai 5,5 miliardi raccolti nel 2007 ai 15,4 del 2014. A dicembre la scelta per la lobby delle assicurazioni L’hanno chiamata la Signora delle

Alessandro Castellano (2) Imc

Un nuovo brand per Sace privata

(di Anna Messia – Milano Finanza) L’ad Castellano lavora al piano industriale in attesa dei nuovi vertici Cassa Depositi e Prestiti. Le indicazioni arrivate dal governo e da Boston Consulting prevedono l’avvio della export banca e sinergie con Simest. E si studia anche l’ipotesi di un cambio di marchio per l’ipo a Piazza Affari Non

Francesco Caio Imc

Poste, operazione «pulizia» sui conti

(Autore: Laura Serafini – Il Sole 24 Ore) Utile operativo in calo del 50% e profìtti netti giù dell’80%: risultato della «cura» Caio. Sul risultato netto pesano effetti fiscali (sono spariti alcuni crediti d’imposta degli anni precedenti) e partite straordinarie. Si consolida il trend di crescita di Poste Vita: nel 2014 la raccolta premi sale

La sede di Sace IMC

Sace perde la banca e s’allontana dall’ipo

(Autore: Luisa Leone – Milano Finanza) Indietro tutta su Sace banca. La Camera ha modificato significativamente la norma del decreto Investment Compact che avrebbe dovuto permettere al gruppo guidato da Alessandro Castellano di fare credito diretto, trasformandola così in una sorta di ExIm Bank all’italiana. Con un emendamento approvato in commissione giovedì scorso i deputati

SACE 2017

Sace taglia il payout alla Cassa Depositi e Prestiti

(Autore: Anna Messia – Milano Finanza) Dopo l’assegno di 800 milioni la Cassa avrà il 50% degli utili contro il 90% del passato. Per il 2014 il gruppo prevede un roe del 5,9%, destinato a scendere al 5,6% nel 2015. Ma ora bisogna rifare i conti nel nuovo piano industriale per l’ipo, atteso ad aprile

Top