Tag Archives: raccolta

IBL Banca HiRes

IBL Banca, nel piano al 2021 sinergie industriali e crescita della quota di mercato nella cessione del quinto

IBL Banca, nel piano al 2021 sinergie industriali e crescita della quota di mercato nella cessione del quinto

Il CdA di IBL Banca, capogruppo del Gruppo Bancario IBL Banca (operante nel settore dei finanziamenti tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione), ha esaminato i risultati inerenti alla situazione economico-patrimoniale consolidata per l’esercizio chiuso il 31 dicembre 2018 ed aggiornato le linee guida della strategia di sviluppo per il 2019-2021. IBL Banca ha

investimenti-pmi-risparmio-imc

PIR, uno studio JeME Bocconi evidenzia i risultati raggiunti e le prospettive future

È stato presentato ieri a Milano lo studio “I piani individuali di risparmio: risultati raggiunti e prospettive per il futuro”, a cura di JeMe Bocconi (Junior Enterprise di studenti dell’Università Bocconi), su iniziativa di Nctm Studio Legale e Deloitte. In questo primo periodo di introduzione dei PIR, hanno spiegato i curatori, sono stati lanciati sul

Assimoco HiRes HP

Assimoco, raccolta e utile in calo dopo il primo semestre 2018

Dopo il primo semestre la compagnia registra una raccolta totale di 304,7 milioni di Euro (contro 350 milioni della semestrale 2017). In flessione anche utile dei rami Danni (da 14,13 milioni a 9,4 milioni) e dei rami Vita (da 6,1 a 3,1 milioni). In crescita le attività finanziarie gestite, che passato dai 3,62 miliardi della

Assicurazioni - Investimenti - Professionisti - Venture Capital (2) Imc

Private debt, nel primo semestre 2018 crescono gli investimenti sia per ammontare (+79%) sia per numero (+31%)

Settore assicurativo sempre più attivo con il 17% della raccolta complessiva AIFI (Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt) ha presentato, in collaborazione con Deloitte, i dati di mercato del private debt (fondi comuni di investimento la cui politica di investimento si focalizza su strumenti finanziari di debito emessi dalle imprese tra

retribuzioni-risparmio-imc

Pir, un investimento che piace agli italiani

(di Nicola Borri – Lavoce.info) I piani individuali di risparmio hanno un obiettivo: favorire l’investimento di lungo periodo in strumenti finanziari emessi da imprese italiane medio-piccole. Tra i risparmiatori hanno avuto successo. E i malumori delle aziende sono ingiustificati Perché sono stati introdotti i Pir I piani individuali di risparmio (Pir), istituiti con la legge

Investimenti - Analisi (2) Imc

Quaderno di ricerca Intermonte sui PIR: effetti su domanda e offerta di capitale nel mercato borsistico italiano

L’istituzione dei PIR (Piani Individuali di Risparmio) ha rappresentato sicuramente una novità di rilievo nel 2017 dell’asset management in Italia. L’idea di rendere esenti da imposizione i proventi finanziari maturati su un portafoglio di titoli detenuti per un certo periodo minimo di tempo da persone fisiche, sotto determinate condizioni, nasce dalla precisa volontà di supportare il risparmio delle

Risparmio - Salvadanaio (4) Imc

Pir, non solo bonus ma anche costi: costruire una rendita è un enigma

(di Mariano Mangia – Repubblica Affari & Finanza) I piani di risparmio stanno trainando il mercato e tra fondi ed etf si moltiplicano i prodotti. Ma sono molti i fattori da prendere in considerazione prima di pensare di utilizzarli per garantirsi un’entrata o accumulare plusvalenze I Pir sono venduti/acquistati sulla base di due motivazioni: è

Salvadanaio - Risparmio - Previdenza Imc

Prometeia: “Per i Pir futuro garantito, per il momento non c’è alcuna bolla”

(di Adriano Bonafede – Repubblica Affari & Finanza) Un’indagine inedita che verrà presentata nelle prossime settimane mostra che sono ancora pochi gli italiani che li conoscono e che le quotazioni delle PMI non sono salite al punto da poterle considerare sopravvalutate I Pir hanno ancora molto fiato per correre. Per una serie di motivi concomitanti.

Mark Wilson (4) Imc

Gruppo Aviva, presentati i risultati per il primo semestre 2017

Utile operativo in crescita dell’11% a 1,465 miliardi di sterline per il gruppo assicurativo britannico, che mostra progressi sia nel Vita (+27% a 596 milioni di sterline per il valore della nuova produzione) sia nei Danni (premi contabilizzati in rialzo dell’11% a 4,69 miliardi di sterline). In miglioramento il combined ratio (-1,2 p.p. a 94,5%).

Asset management - Investimenti - Strategie Imc

Pir a misura di boutique

(di Rebecca Carlino – Milano Finanza) I piani individuali di risparmio, i cosiddetti Pir, sono sicuramente il prodotto del momento. Assogestioni ha registrato da gennaio a fine aprile una raccolta di circa 3 miliardi di euro per questi strumenti e il governo ha rivisto le stime ufficiali sulla raccolta dei fondi Pir per quest’anno da

Top