Tag Archives: ristrutturazione debito

Adriano Turrini (3) Imc

Finsoe si scioglie, coop in Unipol

Finsoe si scioglie, coop in Unipol

(di Anna Messia – Milano Finanza) Le cooperative chiudono la holding ed entrano direttamente nella compagnia. Alleanza 3.0 sarà il primo azionista dell’assicurazione bolognese con il 20,4%, seguita da Holmo (7,37%) e Nova Coop (5,7%). Si lavora già a un patto di sindacato per ricompattare l’azionariato Finsoe si scioglie e le cooperative si preparano a

Investimenti alternativi Imc

Holmo verso l’accordo con le banche sulla rinegoziazione del debito

(di Marigia Mangano – Il Sole 24 Ore) La rinegoziazione riguarda 190 milioni È in dirittura d’arrivo l’accordo sulla ristrutturazione del debito di Holmo, la società a cui fa capo il 28,8% di Finsoe, holding a capo di Ugf. Secondo indiscrezioni, nelle scorse settimane si sarebbe raggiunta una intesa di massima con le due banche

UnipolSai: Emesso il bond convertendo da 201,8 milioni di Euro

UnipolSai Assicurazioni ha emesso oggi il prestito obbligazionario convertendo per complessivi Euro 201,8 milioni deliberato dal cda societario lo scorso 15 gennaio 2014. Il prestito – informa una nota della compagnia – è stato sottoscritto per 134,3 milioni di Euro dalle banche creditrici che avevano approvato l’accordo di ristrutturazione del debito di Premafin (esclusa GE

Per banche e assicurazioni perdite su crediti deducibili in 5 anni

Per banche e assicurazioni svalutazioni e perdite su crediti torneranno a essere deducibili in cinque anni. Con la legge di stabilità che il Governo si appresta a varare martedì prossimo, tra le misure per la crescita avrebbe trovato posto anche l’atteso abbandono del meccanismo di deducibilità di queste quote iscritte in bilancio in 18 anni,

Il debito Uni-Sai resta alle banche

Il convertendo da 201,8 milioni non sarà più offerto ai soci della nuova compagnia. Il piano originario prevedeva che il prestito fosse proposto agli azionisti per evitare l’effetto diluitivo della conversione nel 2015. Ma la complessità dello strumento ha sconsigliato di seguire questa strada Non sarà più offerto agli azionisti della nuova Unipol-Sai, come era

Mediobanca Imc

Ok delle banche al riassetto Premafin

Premafin e le banche creditrici firmano l’accordo per la ristrutturazione dei debiti e intanto i manager di Fonsai e Unipol incontrano l’Isvap in vista del suo pronunciamento sull’integrazione tra i due gruppi. Facendo seguito alla delibera dell’assemblea di Premafin che il giorno precedente aveva approvato l’aumento di capitale riservato alla compagnia emiliana, la holding ha

Unicredit - Sede Milano Imc

Premafin, le banche stringono: «Ricapitalizzazione entro il 20 luglio»

C’è tempo fino al 20 luglio per mandare in porto la ricapitalizzazione di Premafin. Le banche creditrici vogliono blindare l’operazione prima che scada l’esclusiva di Unipol. Ieri hanno aspettato riunite l’esito dell’assemblea, pronte a firmare immediatamente l’escussione del pegno sulle azioni FonSai, nel caso in cui le cose non fossero andate secondo programma. Alla fine

Fondiaria SAI - Brochure

FonSai-Unipol alla prova dell’assemblea

Avanti con il progetto Unipol ma senza chiudere del tutto la porta a Sator e Palladio. In tarda serata il Cda di FonSai ha preso posizione sul progetto di integrazione con Bologna dopo che il comitato degli indipendenti, il cui giudizio era vincolante, ne aveva in qualche misura anticipato le mosse. Con una sofferta decisione,

Premafin

Premafin: ristrutturazione debito, sì condizionato delle banche

Le banche creditrici di Premafin si sono riunite domenica per preparare tutte le carte, in modo da essere pronte a due eventualità, che sono antitetiche: dare il via libera definitivo al piano di ristrutturazione del debito di Premafin, oppure avviare l’escussione del pegno sul 35,7% di FonSai, abbandonando la holding al suo destino. La loro

Federico Ghizzoni HP Imc

Fonsai, Ghizzoni: cda Unicredit approva escussione in caso no Premafin

No a Sator-Palladio, avanti su piano Unipol Il Cda di UniCredit, tenuto questa mattina ha approvato la ristrutturazione del debito di Premafin e anche l’avvio dell’escussione dei crediti “nel caso in cui non ci sia l’approvazione da parte dell’assemblea” di Premafin. Lo ha dichiarato l’a.d. di UniCredit, Federico Ghizzoni (nella foto), entrando all’assemblea di Assolombarda.

Top