Tag Archives: sezione d

Euro - Banconote (2) Imc

Contributo di vigilanza per l’anno 2018 a carico degli intermediari

Contributo di vigilanza per l’anno 2018 a carico degli intermediari

Attraverso il Provvedimento n. 77 emesso nella giornata di oggi, mercoledì 22 agosto, l’IVASS ha fissato le modalità e i termini di pagamento del contributo di vigilanza per l’anno 2018 (come da decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze dello scorso 8 agosto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 189/2018, Serie Generale). La misura del contributo di

Credito - Imposte - Calcolatrice Imc

Contributo di vigilanza per l’anno 2017 a carico degli intermediari

Attraverso il Provvedimento n. 62 emesso nella giornata di oggi, mercoledì 9 agosto, l’IVASS ha fissato le modalità e i termini di pagamento del contributo di vigilanza per l’anno 2017 (come da Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze dello scorso 1° agosto). La misura del contributo di vigilanza (al cui pagamento sono tenuti tutti gli

IVASS (2)

IVASS, due nuovi procedimenti di cancellazione d’ufficio dal RUI per inoperatività

Attraverso una nota pubblicata sul proprio sito istituzionale, l’IVASS ha comunicato l’avvio di due distinti procedimenti di cancellazione dal RUI (Registro Unico degli intermediari di assicurazione e riassicurazione) per mancato esercizio dell’attività senza giustificato motivo per oltre tre anni, sulla base di quanto previsto dagli appositi articoli del Codice delle Assicurazioni Private e del Regolamento

Lavoratori autonomi - Contributi Imc

Contributo di vigilanza per l’anno 2016 a carico degli intermediari

Attraverso il Provvedimento n. 50 emesso nella giornata di oggi, martedì 31 ottobre, l’IVASS ha fissato le modalità e i termini di pagamento del contributo di vigilanza per l’anno 2016 (come da Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze dello scorso 3 agosto). La misura del contributo di vigilanza è stata determinata come di seguito: Sezione

Archivio Digitale - Dematerializzazione (3) Imc

Ivass più moderna e digitale

(di Sonia Ciccolella – Milano Finanza) Anasf ha partecipato alla consultazione dell’Istituto ribadendo la gravosità degli adempimenti dei consulenti finanziari iscritti al Rui L’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, Ivass, vuole introdurre novità significative nelle modalità di trasmissione all’Istituto delle istanze e comunicazioni dovute ai fini della tenuta del Registro unico degli intermediari assicurativi e

Assicurazioni - Analisi bilancio (2) Imc

ORIA, aggiornato lo schema del DPR istitutivo

Lo schema di regolamento del nuovo organismo di vigilanza degli intermediari mantiene l’impostazione di tre distinte sezioni (corrispondenti alle attuali sezioni A, B e D del RUI). Gli iscritti in sezione E saranno qualificati come “addetti all’intermediazione” e, per svolgere attività al di fuori dei locali dell’intermediario (o dell’impresa), verranno iscritti all’interno della posizione dell’intermediario

Lavoratori autonomi - Contributi Imc

Contributo di vigilanza per l’anno 2015 a carico degli intermediari

Con Decreto dello scorso 27 luglio, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 176 del 31 luglio 2015, il Ministro dell’Economia e delle Finanze, sentito l’IVASS, ha stabilito la misura del contributo di vigilanza dovuto per l’anno 2015 dagli intermediari assicurativi e riassicurativi iscritti nelle sezioni A, B, C e D del Registro Unico degli Intermediari assicurativi

PEC - Posta Elettronica Certificata Imc

IVASS, comunicazione dell’indirizzo PEC da parte degli intermediari assicurativi iscritti nel RUI

Con il provvedimento n. 36 dello scorso 13 luglio, IVASS ha definito le procedure per la comunicazione obbligatoria all’Istituto, da parte degli intermediari assicurativi iscritti alle sezioni A, B e D del RUI, dell’indirizzo di posta elettronica certificata così come disposto dall’articolo 4 del Regolamento IVASS 8/2015 concernente la definizione delle misure di semplificazione delle

Ivass, multe in calo ma non per il Rui

Per le compagnie le sanzioni si dimezzano Ad agenti e broker richiesto il 16% del totale irrogato (8% nel 2012) La crisi di redditività, la concorrenza bancaria, la scelta di fare i broker. Sono queste le motivazioni che stanno dietro il calo del numero degli agenti iscritti al Registro Unico degli intermediari assicurativi (Rui). Dalla

IN PUBBLICA CONSULTAZIONE LO SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE DEGLI INTERMEDIARI

Con il documento 2/2014, IVASS ha aperto la fase di pubblica consultazione relativa alla disciplina dei requisiti professionali degli intermediari assicurativi e riassicurativi in attuazione dell’art. 22, comma 9, del decreto-legge 179/2012 (Dl Sviluppo Bis) convertito nella legge 221/2012, con le conseguenti modifiche al Regolamento ISVAP n. 5 del 16 ottobre 2006. L’intervento regolamentare, scrive

Top