Tag Archives: studi di settore

Assicurazioni - Investimenti - Professionisti - Venture Capital (2) Imc

Più welfare integrato per sostenere i professionisti

Più welfare integrato per sostenere i professionisti

(di Matteo Prioschi – Quotidiano del Lavoro) Alle Casse di previdenza deve essere consentito di destinare una quota maggiore di entrate a interventi non pensionistici Ben venga la possibilità di dedurre le spese sostenute per la formazione, ma i professionisti chiedono che il “Jobs act degli autonomi” sia l’occasione per ampliare le prestazioni di welfare

Assicurazioni - Investimenti - Professionisti - Venture Capital (2) Imc

Jobs Act degli autonomi, i professionisti: più spazio al welfare

(di Mauro Pizzin – Quotidiano del Lavoro) Le proposte delle categorie sul disegno di legge presentate ieri alla commissione Lavoro del Senato. Calderone (Cup): «Testo da migliorare nelle parte relativa alle politiche attive» Una base di partenza, più che un punto d’approdo. Le valutazioni sul Jobs Act degli autonomi da parte delle categorie professionali, sentite

Lavoro agile - Smart working Imc

Senato al lavoro sullo Smart working per gli autonomi

(di Giorgio Pogliotti – Quotidiano del Lavoro) Le proposte di correzione al Ddl. Il testo considera nulle le clausole che permettono modifiche unilaterali delle tutele da parte del committente Allargare la disciplina del lavoro agile anche agli autonomi. Consentendo ai contratti collettivi (aziendali, territoriali) e agli accordi individuali, di adattare la normativa su inquadramenti, mansioni,

Calcolo - Professionisti Imc

Professionisti, addio agli studi di settore

(di Marco Mobili – Quotidiano del Fisco) Governo al lavoro per abolire già da quest’anno d’imposta lo strumento di determinazione dei compensi. L’anticipazione del viceministro Luigi Casero in un’intervista che sarà trasmessa a Telefìsco. La semplificazione viaggerà di pari passo con una nuova spinta alla fattura elettronica Abolizione degli studi di settore per tutti i

Agenti mediatori Imc

L’attività saltuaria dell’agente assicurativo dribbla i parametri sui ricavi

(di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota – Quotidiano del Fisco) In presenza di prove di «anormalità» la rettifica è illegittima Se adeguatamente provata, l’anormalità dell’attività esercitata dall’agente assicurativo rende illegittimo l’accertamento basato sui parametri. Così afferma la Ctr Lombardia 3735/1/15 (presidente Pizzo, relatore Aondio), sottolineando i tre punti: i ricavi effettivamente conseguiti possono emergere dalla

Studi di settore, il Fisco batte l’agente assicurativo

La certificazione rilasciata dalla società che ha versato le provvigioni non è sufficiente a smentire l’accertamento di maggiori ricavi emesso a carico dell’agente. È quanto si ricava dall’ordinanza 6 maggio 2014 n. 9727 della Corte di Cassazione, Sesta Sezione Civile – T. La vicenda. La controversia ha riguardato un avviso di accertamento ai fini IRPEF,

Top