TAR LAZIO: INAMMISSIBILE “PER CARENZA DI INTERESSE SOTTO IL PROFILO GIURIDICO” IL RICORSO ANIA – COMPAGNIE SULLA SCATOLA NERA

Il Tar del Lazio Imc

Il Tar del Lazio ImcIl Tar del Lazio (nella foto) ha dichiarato inammissibile per carenza di interesse sotto il profilo giuridico il ricorso presentato da ANIA e 45 Compagnie di assicurazione contro due Lettere al Mercato presentate da Ivass (allora Isvap) il 19 aprile ed il 5 giugno 2012, con le quali l’Istituto di Vigilanza, secondo i ricorrenti, avrebbe imposto l’obbligo per le compagnie di offrire polizze con scatola nera e l’obbligo di applicare, in assenza di sinistri, la riduzione del premio prestabilita in contratto per l’anno successivo, senza che eventuali aumenti tariffari possano assorbire la riduzione.

Il Tar ha ritenuto, in altri termini, che se le imprese assicuratrici ricorrenti manifestano perplessità e preoccupazione sul “come” l’Istituto ha ritenuto di interpretare le previsioni di fonte primaria previste nella Legge di conversione del Decreto Crescita 2.0, attraverso le riflessioni contenute nelle Lettere al Mercato, ciò non toglie che esse costituiscano “riflessioni” non vincolanti ma interpretative che  rimangono (e rimarranno) tali fino a quando non saranno riprodotte in regolamento.

Se anche in quella sede normativa i profili interpretativi della fonte primaria, contestati nel ricorso, dovessero permanere nella stessa formulazione che oggi preoccupa le imprese ricorrenti, sarà quello il momento e anche l’atto amministrativo verso il quale indirizzare le considerazioni critiche, oggi giudicate intempestive.

Tar del Lazio – Sentenza sul ricorso ANIA-Compagnie contro IVASS

Intermedia Channel

Related posts

Top