Taranto, vendevano false assicurazioni per auto: maxi-truffa da milioni di euro, 5 arresti

Taranto - Ponte Girevole Imc

Taranto - Ponte Girevole Imc

(Fonte: Il Sole 24 Ore)

Vendevano assicurazioni temporanee per auto di 5 giorni che promuovevano e commercializzavano on line, pubblicizzandole anche tramite organi di stampa, sui banner pubblicitari degli stadi, ma anche in occasione di eventi sportivi di serie A e perfino in una partita della Nazionale (Italia – Armenia del 27 settembre 2012) . Peccato che le polizze fossero rigorosamente false.

Truffati ignari cittadini e note compagnie assicurative
La maxi truffa, da svariati milioni di euro, a cittadini e compagnie di assicurazione nel tarantino, è stata smascherata. Questa mattina, la polizia di Stato di Taranto, ha dato esecuzione a a cinque ordinanze di custodia cautelare a carico di persone residenti nelle provincie di Taranto, di Lecce e di Milano che, insieme ad altri otto soggetti, sono indagate per associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni di ignari cittadini e di numerosissime compagnie assicurative tra cui Italiana Assicurazioni, Direct line, Zurich, Augusta, Vittoria Assicurazioni, Sara Assicurazioni, Groupama Assicurazioni, Enterprise Insurance Company, Cattolica Assicurazioni, Fondiaria Sai, Fata Assicurazioni, Uniqa, Linear.

Era stata creata una struttura parallela alle reali assicurazioni con tanto di call center
La commercializzazione «al dettaglio» delle false polizze assicurative avveniva con la collaborazione di consapevoli, o in alcune circostanze ignare, agenzie di pratiche automobilistiche. L’organizzazione si avvaleva di una vera e propria struttura parallela alle reali compagnie assicurative: aveva un call center telefonico in grado di dissimulare la verifica sulla polizza assicurativa e quindi sterilizzare eventuali controlli delle forze dell’ordine. Le regioni italiane interessate dalla truffa, emerse durante la fase investigativa, sono state la Sicilia, la Calabria, la Puglia, il Friuli Venezia Giulia, la Campania e la Toscana.

Related posts

Top