UEA: E’ MORTO MARIO TOVO

Si è spento il presidente onorario di Uea e socio fondatore dell’associazione. Il ricordo dell’attuale presidente Filippo Gariglio.  

È morto Mario Tovo, socio fondatore di Uea (Unione europea assicuratori) e presidente onorario dell’associazione. Lo ha comunicato la stessa Uea. I funerali si terranno mercoledì prossimo 16 maggio alle ore 11,30 presso la chiesa di San Paolo, in piazza San Paolo 1 a Vercelli.

Così, Filippo Gariglio, presidente di Uea, ricorda Tovo:

Solo due giorni fa, a conclusione della mia relazione annuale da presidente durante il 39esimo congresso di Uea a Lecce, richiamavo la lungimiranza e i valori, come grande lascito, dei padri fondatori che hanno reso così importante la nostra associazione.

Mario Tovo, era tra i lumi che l’associazione non solo l’hanno voluta e creata, ma l’hanno amata e seguita sempre. Lo scorso mese ci eravamo sentiti telefonicamente, dopo l’incontro che in qualità di neo presidente Uea mi aveva concesso a fine anno 2011 e da cui ne era scaturita un’intervista ricca di umanità e uno spaccato di vita professionale da epopea dell’agente di assicurazioni. Mario si era concesso all’incontro come giovane e arzillo ultra novantenne che s’informa su tutto ciò che riguarda il mondo delle assicurazioni. Leggeva costantemente Attualità Uea e in quell’ultimo incontro, ricco di racconti biografici e informazioni sul passato della nostra professione – tanto che si sarebbe potuto scriverne un romanzo come interessante immagine della società dell’epoca – ebbi la stessa sensazione che si percepisce quando un padre segue con benevolenza le mosse anche incerte di una sua “creatura”, come era appunto per lui Uea. Questa immagine solare e piena di energia, che promanava dall’alto della sua lunga esperienza di vita e che ti indica come affrontare con serenità le avversità che si possono incontrare nel proprio cammino, comprese quello da assicuratore, è quella che mi è rimasta impressa con nitida memoria fotografica.

In quell’incontro, come virtuale passaggio di testimone, era come trarre l’energia necessaria per continuare l’attività intrapresa. Continuarne l’opera, credere nei valori fondanti dell’associazione, rispettarne il codice morale come legame ideale al suo spirito, significa rendere omaggio al ricordo di questa grande persona, assurta a personaggio, che ha scritto un pezzo importante della storia assicurativa del nostro paese e di quella fondante di Uea.

A noi tutti, attuali soci, il compito di saper continuare questa eredità, mantenerla viva e saperla trasmettere.  A nome di tutti i soci esprimo il cordoglio ai suoi familiari per l’odierna scomparsa del nostro presidente onorario. 

Ciao Mario.

 

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top