UEA, secondo Workshop 2016 – Brescia, 30 giugno

UEA HiRes

UEA HiResÈ in programma il prossimo 30 giugno a Brescia (presso l’Università degli Studi cittadina – Sala Biblioteca, via San Faustino 74/b) il secondo Workshop UEA 2016. I lavori – che avranno come chairman il consigliere UEA Carlo Colombo e saranno introdotti da Paola Minini, vicedelegata Lombardia est dell’Associazione – saranno divisi in due sessioni.

Nella prima, Danni ambientali e catastrofali, sono previsti gli interventi due consiglieri UEA, Marina Robino (“I danni ambientali”) e Vittorio Brambilla di Civesio (“I danni naturali e catastrofali”), di Matteo Ferrari, key account manager del Gruppo Per (“Catastrofi Naturali: mitigazione e gestione dei danni in situazioni d’emergenza”), Andrea Massocco, sales account di D.A.S. Assicurazioni  (“Inquinamento e danni ambientali: rischi e tutele”)Alessandra Brandi, legal office di Asacert (“D.Lgs 50/2016 – Aspetti assicurativi del nuovo Codice Appalti”).

La seconda sessione sarà invece incentrata sul tema Governance del patrimonio e passaggio generazionale e prevede gli interventi di Giuseppe Corasaniti, coordinatore del Master in Governance patrimonio e passaggio generazionale Università degli Studi di Brescia (“Focus sul regime fiscale delle polizze Vita”), Leonardo Bugiolacchi, relatore al Master in Governance patrimonio e passaggio generazionale Università degli Studi di Brescia (“L’impignorabilità ed insequestrabilità delle polizze Vita: quadro della situazione attuale e suggerimenti per l’Intermediario assicurativo”) e Massimo Doria, presidente di Kleros Srl (“Come trasmettere e tutelare il patrimonio aziendale e famigliare?”).

Il secondo Workshop 2016, spiega UEA nella nota di presentazione, è stato organizzato “per avere un quadro di insieme dei rischi legati ai danni ambientali ed eventi naturali e catastrofali ed approfondire il tema attraverso l’esperienza diretta di due colleghi intermediari e il know how di operatori specializzati del settore; per fornire agli intermediari le conoscenze tecniche e gli strumenti necessari per tutelare e trasmettere il patrimonio di famiglie e aziende; per essere più competitivi sul mercato attraverso l’offerta di servizi efficaci e innovativi”.

Al termine dei lavori è previsto anche un test finale, valido per il conseguimento di quattro ore di crediti formativi per gli intermediari assicurativi.

La partecipazione al convegno è gratuita per i soci UEA: per iscriversi occore compilare la scheda di adesione (scaricabile dal link in calce all’articolo) e inviarla all’indirizzo info@uea.it, specificando se si desidera effettuare il test di formazione.


Related posts

Top