Un 2013 in forte crescita per Hyperion e Dual Italia

Maurizio Ghilosso (3) HP Imc

Maurizio Ghilosso (3) ImcHyperion insurance group, agenzia di sottoscrizione con base a Londra che nel nostro paese è presente con Dual Italia, ha archiviato un 2013 con una forte crescita dell’attività. I risultati sono stati presentati da David Howden, Country executive officer di Hyperion, Shane Doyle, che ricopre la stessa carica in Dual International, e Maurizio Ghilosso (nella foto), amministratore delegato di Dual Italia, che ha inaugurato la nuova sede milanese.

Nato a Londra nel 1994 come wholesale broker, oggi Hyperion è un gruppo assicurativo internazionale che opera attraverso tre piattaforme operative: retail broking, wholesale broking e l’underwriting. Nel 2013 i ricavi complessivi sono aumentati del 51%, passando da 110,6 a 166,6 milioni di sterline, mentre l’Ebitda è aumentato del 74%. Il 2013 è stato caratterizzato dall’acquisizione di Pgi, una delle maggiori agenzie di sottoscrizione indipendenti nel mercato assicurativo degli Stati Uniti, che ha permesso di riequilibrare il portafoglio per attività e area geografica. L’anno scorso il gruppo Dual, che è il più grande Lloyd’s coverholder indipendente, ha raccolto premi lordi per 254 milioni di euro e prevede quest’anno di attestarsi a 400 milioni: ha circa 2.200 intermediari ed è presente con 24 sedi in dodici paesi.

Il mercato italiano è molto importante per il nostro gruppo”, sottolinea Howden, “il 2013 è stato un anno di investimenti in preparazione della prossima fase di crescita”. In Italia Dual opera nella rc professionale per categorie come architetti, commercialisti e ingegneri e punta a un ampliamento della piattaforma distributiva. “Operiamo attraverso canali diretti con 354 broker e 38 agenti”, ha spiegato Ghilosso, “negli ultimi sei anni l’incidenza di questi ultimi è raddoppiata, passando dall’11,2% del 2009 al 22,7% dei primi tre mesi del 2014, e a fine 2015 dovrebbe arrivare al 35%: gli intermediari tradizionali hanno un ruolo molto importante nello sviluppo delle financial lines. Nel 2013 i premi lordi sono aumentati del 22%, da 22,651 a 27,585 milioni di euro, mentre l’Ebitda è aumentato del 53% attestandosi a 2,260 milioni di euro”.

In parallelo, inoltre, Dual Italia conta su alcune importanti partnership: nella riassicurazione con Poste Assicura, la compagnia danni del gruppo Poste italiane, che distribuisce polizze di rc professionale, oltre che con Rsa, Tua assicurazioni e Uniqa. E nella bancassicurazione con Intesa Sanpaolo, che colloca polizze di D&O (Directors and officers), che coprono la responsabilità civile degli amministratori, e con Banca Cras. “La rc professionale continua a offrire buone prospettive di sviluppo”, sottolinea Ghilosso, “visto che il 40% dei professionisti non è ancora assicurato”.

Fonte: Iomiassicuro.it (Articolo originale)

Related posts

Top