UN MASTER PER “FARE DEL RISCHIO IL PROPRIO MESTIERE”

Scatta il prossimo 6 novembre la 15esima edizione del corso organizzato dal Cineas. 

Fare del rischio il proprio mestiere è l’obiettivo che seguono ogni anno gli iscritti e poi diplomati del master in Risk engineering di Cineas, il Consorzio Universitario fondato nel 1987 specializzato in risk management. Giunto alla sua quindicesima edizione, il master in Risk Engineering ha una durata complessiva di otto mesi e si svolge presso le aule del Politecnico di Milano. Viene erogato secondo una formula week end che permette la frequenza dei corsi a professionisti già inseriti nel mondo del lavoro o residenti in altre regioni d’Italia. Per agevolare le iscrizioni, Cineas mette a disposizione quattro borse di studio a copertura del 50% della quota di iscrizione.

Nel settore assicurativo, fa sapere il Cineas, la crisi economica ha portato a un atteggiamento più prudente riguardo alle politiche di recruitment, tuttavia la richiesta di risk engineer non è diminuita, anzi è l’unico profilo che ha visto un incremento del 10% (dati della Hays Salary Guide 2012) rispetto all’anno precedente (2011 su 2010). Oltre che per le società assicuratrici e professionisti del settore, la formazione al risk engineering è importante anche per il mondo delle imprese e per alcune figure chiave in particolare come il direttore di stabilimento, il responsabile impianti e sicurezza, ma anche per le società di consulenza operanti nell’ambito della sicurezza e del rischio per conto di aziende terze.

Il percorso formativo del master prevede l’apprendimento di metodi e tecniche di risk management, ma anche l’analisi degli aspetti giuridici ed economici nei quali si dovrà muovere il manager dei rischi. La didattica affronta anche gli aspetti strategici di questa professione e fornisce le nozioni essenziali di crisis management e crisis communication.

Il master in Risk Engineering avrà inizio il prossimo 6 novembre e le iscrizioni si chiudono il 2 novembre. Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 02/36635002.

Redazione – Intermedia Channel

Authors
Tags

Related posts

Top