UNAPASS VICINA AGLI AGENTI COLPITI DAL TERREMOTO IN EMILIA

Il sindacato si è attivato «nei confronti dell’Ania e dell’Isvap per un intervento nei rispettivi ambiti di competenza nonché nei confronti delle istituzioni parlamentari affinché possano sostenere la proposta di copertura assicurativa contro le calamità naturali contenuta nel recente Decreto di Riforma della Protezione Civile». 

L’Unapass, l’Unione nazionale agenti professionisti di assicurazione è vicina agli agenti emiliani colpiti dal grave terremoto. In una lettera che Massimo Congiu (presidente Unapass, nella foto) e Daniele Capogrossi (responsabile Focus Group) hanno indirizzato ai presidenti del Focus Group, il sindacato si dice convinto che, come avvenuto nel caso del sisma aquilano e delle alluvioni in Veneto, i singoli presidenti di gruppo sapranno «promuovere le più idonee iniziative» a sostegno degli agenti emiliani.

L’Unapass, oltre a rendersi disponibile per «ogni eventuale collaborazione che si riterrà opportuna», si è da subito attivata «nei confronti dell’Ania e dell’Isvap per un intervento nei rispettivi ambiti di competenza nonché nei confronti delle istituzioni parlamentari affinché possano sostenere la proposta di copertura assicurativa contro le calamità naturali contenuta nel recente Decreto di Riforma della Protezione Civile. Non è più rinviabile», scrivono Congiu e Capogrossi «una condivisa strategia sulle politiche di tutela del territorio, di responsabilizzazione degli enti e dei cittadini. In questo ambito il settore assicurativo può svolgere un ruolo fortemente sociale e offrire un contributo finalizzato alla cultura della prevenzione».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top