UNIPOL: AL VIA UN CORSO DI SICUREZZA STRADALE PER I LAVORATORI

L’iniziativa, in collaborazione con la Fondazione Ania, riguarda la sede di Bologna e ha l’obiettivo di accrescere i livelli di sicurezza negli spostamenti casa-lavoro.  

Aumentare i livelli di sicurezza negli spostamenti casa-lavoro imparando le principali norme di sicurezza stradale. È scattato ieri, da Bologna, il progetto di formazione nato su iniziativa del Mobility manager del Gruppo Unipol e della Fondazione Ania per la sicurezza stradale rivolto a oltre 300 dipendenti dell’Unipol, realizzato dalla Onlus delle compagnie di assicurazione in collaborazione con la stessa Unipol relazioni industriali-sicurezza e l’ufficio del mobility manager e il coinvolgimento di Unipolis.

La prima edizione del corso si rivolge ai dipendenti della sede di Bologna, che sono stati divisi in classi di 50 persone, con  moduli di 4 ore durante i quali si confronteranno con esperti di sicurezza stradale, medici, piloti e istruttori professionisti. Tra i temi trattati ci saranno le tecniche di guida sicura su quattro e due ruote, la valutazione delle condizioni psicofisiche adeguate per mettersi al volante (vista e distrazione), l’effetto della stanchezza e dei farmaci sulla guida. Durante il corso, i dipendenti Unipol di Bologna avranno la possibilità di svolgere una sessione pratica/interattiva di guida sicura grazie al simulatore messo a disposizione della Fondazione Ania. Con l’assistenza di un istruttore professionista, verranno mostrate le corrette tecniche di evitamento di un ostacolo improvviso, di controllo del veicolo in caso di acquaplaning, sottosterzo o sovrasterzo e verranno mostrati, in ambiente virtuale, gli effetti negativi che alcol e droghe hanno sulla guida.

Nel 2011 i morti “in itinere”, ovvero nel tragitto casa-lavoro, sono stati 240 (+4,8% rispetto al 2010), mentre gli incidenti di coloro che usano la strada come luogo di lavoro hanno causato 230 morti. In totale 470 persone, ovvero oltre la metà delle 920 “morti bianche” registrate in Italia nell’ultimo anno, hanno perso la vita sulla strada.

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top