UNIPOL-FONSAI: LE OO.SS. DICONO NO ALLE INTERFERENZE SPECULATIVE

Le segreterie nazionali di Fiba Cisl, Cgil Fisac, Fna, Snfia e Uilca chiedono all’Isvap di vigilare.  

«L’annunciata operazione di fusione tra i Gruppi Unipol e FonSai, operazione salutata favorevolmente dalle Organizzazioni Sindacali di categoria, subisce pesanti interferenze ad opera di società esterne al settore, prive di esperienza assicurativa e interessate a realizzare speculazioni finanziarie». Non le mandano a dire le segreterie nazionali di Fiba Cisl, Cgil Fisac, Fna, Snfia e Uilca.

«L’operazione Unipol/FonSai garantisce stabilità aziendale e si colloca nell’ambito della crescita dell’industria assicurativa italiana, mentre le manovre in corso da parte di società finanziarie e cordate poco trasparenti, destano preoccupazione tra gli operatori del settore che hanno a cuore soluzioni equilibrate, condivise tra le parti in causa e condotte da attori esperti del mercato assicurativo».

Le organizzazioni sindacali credono che «sia utile che le autorità di vigilanza e, in primo luogo, l’Isvap esercitino il loro ruolo di vigilanza e di controllo in una situazione congiunturale già difficile e che non può essere ulteriormente appesantita. L’industria assicurativa italiana deve crescere come in Europa e non divenire preda di speculatori finanziari, soggetti che non hanno e non avranno mai come interesse principale il rapporto con l’utenza, la qualità del servizio e l’occupazione nel settore».

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top