UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO: RAMO DANNI OLTRE LE ASPETTATIVE

Diramati i risultati di bilancio relativi all’esercizio 2011. Presentate anche le linee guida del progetto di integrazione con il gruppo Fondiaria Sai.  

Il consiglio di amministrazione di Unipol Gruppo Finanziario spa ha approvato il bilancio consolidato relativo all’esercizio 2011 e il progetto di bilancio di Unipol Gruppo Finanziario spa 2011. Nel ramo danni, i target del piano industriale al 2012 sono stati superati con un anno di anticipo. La combined ratio, in particolare si è attestata a 95,5% (si prevedeva per il 2012 una percentuale del 97,5%), mentre la raccolta premi diretta è cresciuta del 2,1%. Nel ramo vita, il valore della nuova produzione del 2011 è stato pari a circa 50 milioni di euro (42 milioni nel 2010).

Presentate anche le linee guida del progetto di integrazione tra il gruppo Unipol e il gruppo Fondiaria Sai. Il target 2015 prevede premi danni pari a circa 10,5 miliardi di euro e premi vita pari a 7,1 miliardi di euro; Combined ratio pari a circa 93%; sinergie a regime stimate in oltre 300 milioni di euro; utile netto stimato in circa un miliardo di euro; margine di solvibilità pari a circa 1,5 volte i requisiti regolamentari.

Leggi i Dati di bilancio 2011 del gruppo Unipol

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top