UNIPOL E FONDIARIA SAI: IL RESOCONTO DELLE ASSEMBLEE

L’assemblea di Ugf ha attribuito la delega al consiglio di amministrazione ad aumentare il capitale sociale entro la fine di quest’anno. Quella di Fondiaria Sai valuta eventuali operazioni nel caso in cui l’integrazione con Ugf non dovesse andare in porto. 

Nella riunione di ieri, l’assemblea di Unipol Gruppo Finanziario spa ha deliberato, tra l’altro, in sede straordinaria di attribuire la delega al consiglio di amministrazione ad aumentare il capitale sociale entro quest’anno per un importo complessivo massimo di 1.100 milioni di euro. L’operazione è funzionale al processo di integrazione industriale con il gruppo Fondiaria Sai, «previo raggruppamento delle azioni ordinarie e privilegiate in circolazione nel rapporto di una ogni cento».

L’assemblea, in sede ordinaria, ha inoltre confermato in 25 il numero dei componenti il consiglio di amministrazione e di nominare Adriano Turrini quale amministratore della società.

Via libera all’aumento di capitale da 1,1 miliardi di euro anche dall’assemblea dei soci di Fondiaria Sai, da effettuarsi entro il prossimo 31 dicembre. Il consiglio di amministrazione è impegnato anche «a monitorare l’avveramento delle condizioni sospensive cui è subordinata l’esecuzione dell’accordo sottoscritto in data 29 gennaio 2012 fra la controllante Premafin e Ugf, dal quale dipende il perfezionamento dell’integrazione.Qualora la società dovesse avere evidenza, nel prosieguo, dell’esistenza di criticità tali da mettere a rischio il perfezionamento dell’integrazione, valuterà tempestivamente ogni opportuna iniziativa volta a dare comunque esecuzione all’aumento di capitale proposto, verificando la possibilità di rinegoziare gli accordi in essere per l’organizzazione di un consorzio di garanzia, nel contesto comunque di un piano di risanamento che dovrà essere conforme alla disciplina di settore».

I principali obiettivi economici e reddituali al 2014 del piano industriale Fondiaria-Sai, “stand alone”, approvato dal consiglio di amministrazione prevedono un Combined Ratio pari al 96,2%, che tiene in considerazione anche il miglioramento della struttura di costi operativi per circa euro 100 milioni, un utile netto pari a circa 400 milioni di euro e un Solvency Ratio superiore a 150%.

Leggi il Comunicato stampa di Unipol sull’assemblea degli azionisti

Leggi il Comunicato sulle deliberazioni dell’assemblea di Fondiaria Sai

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top