UNIPOLIS FESTEGGIA I RISULTATI DI “CULTURABILITY” AUMENTANDO LA DOTAZIONE DEL BANDO

Culturability Unipolis HP Imc

3 mila giovani hanno presentato 824 progetti d’impresa. Unipolis porta a 300 mila euro la dotazione del bando per le start up

Culturability Unipolis HP ImcOttimi numeri dal bando “Culturability – fare insieme in cooperativa”, progetto ideato e promosso da Fondazione Unipolis che punta alla creazione di start up culturali e creative ad opera di under 35: sono stati 824 i progetti d’impresa presentati da parte di ben 2.932 giovani nell’ambito del bando.

Di fronte ai numeri e alla adesione manifestata in soli due mesi di finestra temporale (dal 21 febbraio al 30 aprile), la Fondazione Unipolis ha deciso di portare la dotazione complessiva del bando a 300 mila euro, rispetto ai 200 mila iniziali, che consentiranno così di sostenere la costituzione di 15 nuove imprese, anziché le 10 previste originariamente. Ulteriori iniziative saranno assunte da Unipol Banca e Legacoop per favorire la nascita di altre nuove imprese cooperative fra quanti hanno partecipato a “Culturability”.

La Fondazione ha comunicato qualche altro dato significativo sul progetto: dei quasi 3.000 giovani coinvolti, 1.640 sono donne e 1.292 uomini; età media 28,7 anni; 85 gli italiani residenti all’esterno o gli stranieri residenti nel nostro Paese. Le proposte progettuali sono arrivate da ogni parte d’Italia e riguardano tutti i settori culturali e creativi. Prevalgono le iniziative on-line, di turismo culturale, formazione, editoria e letteratura, organizzazione di festival ed eventi, design e artigianato, promozione o tutela del patrimonio storico-artistico-architettonico.

Tutti i progetti ricevuti sono visibili sul sito di “Culturability. La prima fase di verifica, volta ad accertare la rispondenza formale ai requisiti del bando, è stata superata da 581 progetti, il 70,5 % del totale.

Come previsto dal bando – si legge inoltre nella nota della Fondazione -, inizia ora la fase di supporto e accompagnamento, che vedrà, insieme a Unipolis, il diretto impegno degli altri partner del progetto: Unipol Banca e Unipol Assicurazioni, Legacoop con la sua rete di servizi, centrale e territoriale, i giovani cooperatori di Generazioni, gli esperti di SeniorCoop e Coopfond. Da metà giugno a metà luglio, i giovani che hanno presentato i progetti ammessi alla seconda fase parteciperanno a incontri di informazione e formazione sui territori. Le tappe di questo tour verranno raccontate online, grazie anche al supporto della Fondazione con la sua piattaforma Timu.

I giovani partecipanti avranno a disposizione fino al 31 ottobre per presentare i progetti imprenditoriali veri e propri, comprensivi di business plan. Sarà su questi che verrà operata la selezione, da parte di una Commissione di valutazione, delle 15 neoimprese cooperative che riceveranno ciascuna un contributo di 20 mila euro, oltre a una ulteriore fase di supporto per favorirne l’accesso al mercato.

Intermedia Channel

Related posts

Top