UnipolSai, nuove contrapposizioni tra Gruppi agenti e compagnia

Unipol Arena - Casalecchio di Reno Imc

Unipol Arena - Casalecchio di Reno Imc

L’oggetto del contendere è l’evento organizzato dalla compagnia per la rete secondaria il prossimo 16 ottobre alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO). Gli otto gruppi della galassia UnipolSai ritengono “grave ed inaccettabile” il fatto di non essere stati conivolti ed informati sull’iniziativa e ribadiscono come i collaboratori agenziali ricadano nelle diretta responsabilità e controllo della rete primaria. Atteso nei prossimi giorni un incontro chiarificatore con la mandante

Rischia di aprirsi un nuovo fronte di contrasto nelle relazioni tra UnipolSai e i Gruppi agenti riconducibili al gruppo assicurativo bolognese. L’oggetto del contendere è rappresentato dall’evento organizzato dalla compagnia a beneficio della rete secondaria e programmato per il prossimo 16 ottobre presso l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO).

In un documento congiunto, gli otto gruppi agenti della galassia UnipolSai (GA UnipolSai, Gruppo Agenti La Fondiaria, Gruppo Agenti Milano, GA SAI, Associazione Agenti UnipolSai, MAGAP, IUS Associati e GAAN) affermano di non essere stati coinvolti in maniera appropriata sull’iniziativa da parte della mandante e che la maggioranza dei gruppi era “addirittura all’oscuro dell’evento”.

“Il fatto è grave e inaccettabile sul piano delle relazioni industriali – scrivono gli otto gruppi agenti –, per tutti i Gruppi ed in particolare per i firmatari del Patto Unipol”. I gruppi ribadiscono anche come l’iniziativa abbia ricadute sul piano progettuale ed operativo “poiché si tratta di un evento che coinvolge i Collaboratori delle Agenzie, i quali – essendo diretta emanazione della Rete primaria – soggiacciono alla responsabilità e al controllo degli Agenti”.

Ricordando inoltre come “qualsiasi attività progettuale, formativa, motivazionale o incentivante che coinvolga o possa interessare i collaboratori di agenzia, in particolare commerciali, deve essere preventivamente concordata con le Rappresentanze e condivisa con gli Agenti, che vanno peraltro adeguatamente informati e coinvolti”, gli otto gruppi firmatari, allo stato attuale, sottolinenano quindi di non essere nella condizione di approvare e di aderire alla manifestazione del prossimo 16 ottobre.

“Sebbene le rappresentanze agenziali della Galassia UnipolSai mantengano ancora identità e storia distinte, questo è uno di quei casi in cui trovano condivisione e unità di intenti”, riferisce una fonte interna ai gruppi. “Tutti noi pensiamo che gli sforzi della Compagnia per incentivare e fidelizzare le rete secondaria siano utili al raggiungimento di obiettivi comuni”.

“Comprendiamo anche – prosegue la fonte – come sia complesso organizzare eventi che per numerosità non hanno eguali nel mercato assicurativo; riteniamo però imprescindibile che la condivisione debba essere totale a partire dalla progettualità, trattandosi di risorse umane che sono emanazione diretta degli Agenti e operano nell’ambito della nostra responsabilità”. E’ quindi atteso un chiarimento con la compagnia, la quale – conclude la fonte – “si è resa disponibile ad un incontro nel merito già nei prossimi giorni”.

Intermedia Channel

Related posts

One Comment;

  1. marzio monticelli said:

    oltre all’indelicatezza, e’ un modo per affermare la fine di quel poco di condivisione , collaborazione
    che rimaneva nei rapporti con noi agenti , e cosi’ via spediti sulla strada dell’ autocrazia, autoritarismo,
    dobbiamo tenerci stretto quell’ imprenditorialita’ , autonomia, contatto con il cliente, che ci differenzia dalle stazioni di servizio,
    unipolsai vuole farci diventare dei meri distributori di assicurazione .
    rispondendo uniti a queste provocazioni il rischio maggiore e’ per unipolsai

Comments are closed.

Top