VARATO IL NUOVO CODICE ETICO DEL GRUPPO REALE MUTUA

Reale Mutua (2) HPIspirato ai principi mutualistici della Capogruppo, il documento costituisce un punto di riferimento per tutte le società del Gruppo Reale Mutua, con particolare attenzione alla sostenibilità in ogni sua forma

Rispetto alla prima edizione risalente al 2001 e riferita alla Capogruppo, successivamente ripresa da tutte le imprese da essa controllate, il Codice Etico Reale Mutua è stato recentemente rivisto “per tenere conto del crescente impegno intrapreso in tema di responsabilità sociale, allargandone la sfera di applicazione a tutte le Società del Gruppo“.

La redazione di questo rinnovato documento – si legge in una nota -, che nasce anche dalla volontà di adeguamento all’ISO 26000 (linee guida internazionali in tale ambito), “presenta nuovi valori comuni a tutte le Società del Gruppo Reale Mutua, ispirati alla natura mutualistica della Capogruppo e coerenti con la mission che le contraddistingue“.

Dai valori fondanti di integrità, centralità della persona, responsabilità, coesione e innovazione – prosegue la nota – scaturiscono, infatti, i principi generali di comportamento nei confronti di tutti i portatori di interesse del Gruppo, il quale, adottandoli come punto di riferimento nella operatività quotidiana, intende rafforzare il proprio impegno verso la sostenibilità in tutti i suoi aspetti: economico, ambientale e sociale“.

In particolare, sottolinea Reale Mutua, “l’insieme di queste regole indirizza il Gruppo nel caratterizzare i prodotti assicurativi e finanziari, orientare gli investimenti, la formazione e la valorizzazione di dipendenti e intermediari, nonché nel gestire i rapporti con i Soci, i clienti, i fornitori e la collettività“.

Il nuovo Codice Etico “è promosso con diverse modalità di comunicazione – continua la nota – ed è spiegato attraverso programmi di formazione appositi per favorirne la più ampia diffusione, sia all’esterno sia all’interno del Gruppo Reale Mutua, nella consapevolezza che questo strumento, per essere funzionale, debba essere conosciuto e interiorizzato da tutti“.

«Centottantacinque anni di esperienza ci hanno insegnato che investire in processi e percorsi “responsabili”, per quanto non sempre porti a risultati tangibili e immediati, sia vantaggioso – dichiara Luigi Lana, Direttore Generale di Reale Mutua –. Il favorire metodi e comportamenti corretti, trasparenti e leali verso tutti i portatori di interesse, infatti, crea valore sia per le compagnie del Gruppo sia per il territorio in cui esse operano. Disporre di una carta dei valori etici, in linea con le evoluzioni del contesto, ci consente inoltre di evidenziare e rafforzare ancor più le caratteristiche del nostro Gruppo di impronta mutualistica».

Intermedia Channel

Related posts

Top