Via libera al nuovo mandato di agenzia dal Congresso straordinario GA-GI

GA-GI - Congresso straordinario Bologna 2019 Imc

GA-GI - Congresso straordinario Bologna 2019 Imc

La Giunta esecutiva e il Consiglio direttivo del Gruppo Agenti Generali Italia hanno ricevuto il placet dai presenti al Congresso straordinario di Bologna riguardo al nuovo mandato di agenzia. «Abbiamo pensato a tutelare gli agenti di oggi, ma anche a quelli del futuro. Continueremo nel percorso intrapreso, difendendo e tutelando i nostri associati e portando avanti i nostri valori», ha commentato il presidente GA-GI, Vincenzo Cirasola

Sono stati 792 gli agenti di assicurazione (più 132 deleghe) del Gruppo Agenti Generali Italia (GA-GI) a presenziare al Congresso straordinario del gruppo agenti guidato da Vincenzo Cirasola, tenutosi nella giornata di ieri a Bologna (nella foto, un momento dei lavori).

I numeri dell’appuntamento straordinario, il primo dopo 22 anni (esclusi quelli per le modifiche statutarie), dimostrano l’interesse e la partecipazione per l’argomento al centro del dibattito: il nuovo mandato di agenzia, “frutto di una trattativa complessa, lunga e dispendiosa per la Giunta esecutiva e lo stesso Consiglio direttivo GA-GI”, che avevano deciso proprio nell’ultima riunione del 22 febbraio scorso “di indire con un’urgenza un Congresso straordinario per illustrare agli associati tutti gli elementi che sarebbero andati a comporre il nuovo mandato di Generali Italia e le relative valutazioni politiche”.

Il Congresso – si legge in una nota – “ha registrato il tutto esaurito nell’arco di pochi giorni,  a dimostrazione della voglia di partecipazione per un tema così importante in ottica futura, un percorso iniziato al congresso di Venezia del 2016, in cui era stato dato preciso mandato ai vertici del Ga-Gi di negoziare, con la mandante, il rinnovo del mandato di agenzia”.

L’appuntamento di Bologna “ha rappresentato quindi un grande successo per la Giunta e per i rappresentanti del Consiglio direttivo, dal momento che gli agenti presenti per acclamazione e con un’ovazione hanno ringraziato e apprezzato il lavoro da loro svolto e hanno conferito agli stessi il mandato a sottoscrivere l’accordo quadro con la compagnia e a predisporre i tavoli di lavoro per gli accordi attuativi connessi, ferma restando che l’adesione al nuovo mandato sarà una libera scelta di ogni singola impresa d’agenzia, in base a tre modelli che rispecchieranno la storicità degli ex brand”.

Il Congresso ha registrato anche la presenza e il confronto diretto con i manager di Generali Italia, “i quali non solo hanno confermato e illustrato i particolari dell’intesa, ma si sono messi a disposizione, rispondendo anche alle tante domande degli agenti”: dal CMDO Stefano Gentili, al General Counsel Cristina Rustignoli, dal responsabile Gestione e controllo reti Luigi Rizzuti, al neo Responsabile Vendite Gabriele Tedesco e alla responsabile Network Operations Silvia Spolaor.

«Sono emozionato e entusiasta dell’affetto e della stima dimostrata dai colleghi e dalla viva partecipazione registrata al Congresso Straordinario di Bologna –  ha spiegato Cirasola –. Questo evento testimonia come sui temi più importanti il nostro Gruppo Agenti è in grado di essere forte, coeso e determinato e che non ha timore a far sentire la propria voce e a portare avanti i valori nei quali crede». «Il Congresso – prosegue Cirasola –  si è concluso con la mozione di apprezzamento e di grande fiducia nell’operato dei rappresentanti. Con questo risultato mi sento ampiamente appagato dalla passione e fatica spesa”.

Intermedia Channel

Related posts

Top